PDA

Visualizza versione completa : cammino di santiago


fifurnio
29-06-2008, 20:26:10
posto il topic per mettere a disposizione il file gps richiestomi più volte.
Per descrizione e commenti invito a visitare il forum [Only registered and activated users can see links]

qui c'è il diario della mia seconda volta : [Only registered and activated users can see links]

La traccia segue fedelmente il cammino dei pedoni e quindi segue lo sterrato per quanto possibile.
E' vero che il cammino è ben segnalato dalle "flechas amarillas" le frecce gialle, ma non sono sempre facilmente visibili, specie con la velocità dei ciclisti, e anche con la traccia sul gps a volte ci vuole un po' per capire di aver sbagliato strada.
Io ho composto il file originario convertendo tracce trovate in rete, il file che ho ora è la risultante delle correzioni dell'ultimo mio cammino.
In Pamplona città credo ci sia un errore, ho seguito il file originale, anche perchè le indicazioni si perdono facilmente, credo che faccia un giro più lungo del giusto, e anche di qualche km, quindi fate attenzione a come la attraversate, prima di Cizur Menor la traccia ritrova il percorso esatto; in rete ci sono le mappe topo con le tracce di attraversamento delle città principali, confrontatevi lì.
Cruz de Hierro : poco prima della cima c'è una chiara indicazione ai ciclisti di andare in asfalto, io ho tracciato lo sterrato, non è particolarmente difficile, ma stretto, se c'è gente a piedi vale la regola universale: educazione innanzitutto.
Cebreiro : anche qui ci sono due possibilità, ma stavolta suggerisco caldamente l'asfalto nel tratto prima di la Faba, nel tratto sterrato la bici per lo più si spinge a mano.

correzione novembre 2009: sui nuovi roadbooks ho postato il tracciato corretto, ora pamplona è mappata correttamente e ho cancellato alcune sovrapposizioni, per Cebreiro la traccia mostra solo il tratto pedalabile per La Faba

Almo
30-06-2008, 14:50:19
Quali sono i periodi dell'anno più adatti per affrontare il Cammino?
Mi sapete dare qualche dritta su cosa portarsi dietro (abbigliamento, attrezzatura, ecc.)?
Più o meno quanti giorni ci si impiega e quanti chilometri al giorno si percorrono con un allenamento medio?
Datemi un po' di informazioni anche di altra natura visto che, prima o poi, lo affronterò con dei miei amici!

fifurnio
30-06-2008, 21:30:12
Quali sono i periodi dell'anno più adatti per affrontare il Cammino?
Mi sapete dare qualche dritta su cosa portarsi dietro (abbigliamento, attrezzatura, ecc.)?
Più o meno quanti giorni ci si impiega e quanti chilometri al giorno si percorrono con un allenamento medio?
Datemi un po' di informazioni anche di altra natura visto che, prima o poi, lo affronterò con dei miei amici!

domanda difficile : a maggio e a giugno abbiamo affrontato escursioni termiche notevoli, anche nella stessa giornata, e maggio 2007 abbiamo sofferto il caldo più che a giugno 2008.
Quello che si dovrebbe evitare è pedalare sotto la pioggia; dopo una giornata sotto l'acqua anche l'abbigliamento più tecnico potrebbe metterci i piedi in ammollo, ed in quella situazione ...
Credo che comunque un po' di pioggia sia da mettere in conto specie nell'ultimo tratto, a meno che non si voglia andare in agosto, periodo di caldo intenso fra Pamplona e Logrono e di ostelli pieni. ( i pellegrini a piedi hanno la priorità sui ciclisti).
Per il materiale: due cambi corti, due lunghi (in qualsiasi stagione, buona parte del tragitto è in quota e al mattino almeno, l'aria potrebbe essere "frizzantina"), scarpe invernali ed estive, portapacchi e borse , io ho ordinato dall'importatore olandese gli OLMANMOUNTAIN, e da LORDGUN su ebay le borse: investite su abbigliamento da pioggia, una giacca e un pantalone lungo in tessuto tecnico, se non piove, meglio così, ma qualcuno ha trovato una settimana intera di pioggia.
Ho imposto letteralmente ai miei compagni il liquido antiforatura, al ritorno ho contato 11 fori sulla tubeless posteriore, mai gonfiata la ruota.
Poi : sali, cerotti, barrette, borse di plastica per mettere dentro di tutto e tenere asciutto, un po' di ferri per le piccole riparazioni, pastiglie freni (con aqua e fango si volatilizzano)
Qualcuno ha usato le borse per coprirsi i piedi, fra calze e scarpe, quando pioveva.
Ai primi di giugno, pochi giorni fa, ho usato i guanti invernali per scendere dal Cebreiro, cielo coperto, pioggia e freddo.

Quanto tempo...
se non trovi fango e non sei troppo "contemplativo" potresti metterci 8-9 giorni, con poco spazio per visitare città e monumenti, poi bisogna vedere quante ore volete e riuscite a pedalare.
C'è una guida per il pellegrino in bici, la si trova in libreria,(guida al cammino di santiago in bicicletta) suggerisce a chi ha poco tempo di saltare la tappa fra Carrion de Los Condes e Astorga, è piana e con molto asfalto, un po' noiosa, condivido l'idea, anche se la guida è tagliata per pedalatori domenicali, con tappe brevi che noi abbiamo accorpato a due a due.
Integrate bene l'alimentazione con sali e aminoacidi, 80-100 km al giorno non sono uno scherzo, dopo i primi giorni la stanchezza si accumula, e anche se l'adrenalina vi aiuterà, una volta a casa per un po' di giorni dormirete molto bene...
La pioggia e il fango sono grandi incognite : alcuni tratti possono essere duri, portarvi via tempo sia per coprirli, sia per le riparazioni : il fango consuma i freni e interferisce con il cambio, portatevi quanto serve per sostituire il filo e l'ultimo tratto di guaina del cambio; olio per catena, comunque, tutti i giorni.
Dimenticavo, importante: una pomata per le zone intime; 6-8 ore di sfregamento NON sono come il giro della domenica mattina.

Informazione di "altra natura": è la cosa più bella che io abbia mai fatto in MTB ...

Almo
01-07-2008, 11:45:18
Ti ringrazio per tutte le informazioni, anche quella di "altra natura" (:D)!
Da quanto hai scritto, intuisco che non è semplicissimo (più che tecnico, il percorso è lungo a quanto scrivi), però molti (e tu compreso) mi hanno consigliato di farlo!
Adesso sta solo a vedere quando farlo!

uomomolla
01-07-2008, 15:59:25
Ciao! volevo chiederti come consigli di organizzarsi nel senso logistico ?
Visto che io l'ho percorso una volta a piedi ( non tutto ), però abbiamo fatto tutto tramite aereo. Nel caso della bici come fare ?
Alcuni miei conoscenti mi hanno detto che alla partenza (Roncisvalle) c'è un parcheggio x automobili adatto ai pellegrini.....ma per il ritorno da santiago che fare ? Mi hanno detto le varie opzioni: aereo fino a Pamplona e poi bici oppure noleggiare una macchina capiente (tipo Doblò). Tu che dici ? Grazie e speriamo di ripercorrere El Camino presto !

fifurnio
01-07-2008, 17:44:01
Ciao! volevo chiederti come consigli di organizzarsi nel senso logistico ?
Visto che io l'ho percorso una volta a piedi ( non tutto ), però abbiamo fatto tutto tramite aereo. Nel caso della bici come fare ?
Alcuni miei conoscenti mi hanno detto che alla partenza (Roncisvalle) c'è un parcheggio x automobili adatto ai pellegrini.....ma per il ritorno da santiago che fare ? Mi hanno detto le varie opzioni: aereo fino a Pamplona e poi bici oppure noleggiare una macchina capiente (tipo Doblò). Tu che dici ? Grazie e speriamo di ripercorrere El Camino presto !

Se parti da Pamplona ti perdi i pirenei... a meno che tu non faccia un po' di strada a ritroso, verso saint jean pied de port ( la partenza ufficiale del cammino francese).
Se vai un po' indietro su questo topic c'è un paio di post sui pacchi per le bici, con una foto all'aereoporto di londra.
Anche per l'aereo ci sono suggermenti , comunque: abbiamo fatto Ryanair treviso-londra poi londra-biarrtz e da biarritz a st Jean pied de port in taxi, per il ritorno santiago-roma poi roma-treviso.
Se vai in macchina credo che tu possa trovare da parcheggiare sia a st jean che a roncisvalle, per tornarci con le bici c'è il pullman da santiago, ma non carica più di 4 bici e mi sembra non arrivi a st jean, ti devi informare.

"il cammino di santiago in bicicletta" è la bibbia da cui non si prescinde facilmente, il libro va acquistato, lì ci sono riferimenti preziosi.

Maldon
10-08-2008, 17:34:49
Per il materiale: due cambi corti, due lunghi (in qualsiasi stagione, buona parte del tragitto è in quota e al mattino almeno, l'aria potrebbe essere "frizzantina"), scarpe invernali ed estive, portapacchi e borse , io ho ordinato dall'importatore olandese gli OLDMANMOUNTAIN, e da LORDGUN su ebay le borse: investite su abbigliamento da pioggia, una giacca e un pantalone lungo in tessuto tecnico, se non piove, meglio così, ma qualcuno ha trovato una settimana intera di pioggia.

Quanto tempo...
se non trovi fango e non sei troppo "contemplativo" potresti metterci 8-9 giorni, con poco spazio per visitare città e monumenti, poi bisogna vedere quante ore volete e riuscite a pedalare.
C'è una guida per il pellegrino in bici, la si trova in libreria,(guida al cammino di santiago in bicicletta) suggerisce a chi ha poco tempo di saltare la tappa fra Carrion de Los Condes e Astorga, è piana e con molto asfalto, un po' noiosa, condivido l'idea, anche se la guida è tagliata per pedalatori domenicali, con tappe brevi che noi abbiamo accorpato a due a due.
Integrate bene l'alimentazione con sali e aminoacidi, 80-100 km al giorno non sono uno scherzo, dopo i primi giorni la stanchezza si accumula, e anche se l'adrenalina vi aiuterà, una volta a casa per un po' di giorni dormirete molto bene...
La pioggia e il fango sono grandi incognite : alcuni tratti possono essere duri, portarvi via tempo sia per coprirli, sia per le riparazioni : il fango consuma i freni e interferisce con il cambio, portatevi quanto serve per sostituire il filo e l'ultimo tratto di guaina del cambio; olio per catena, comunque, tutti i giorni.
Dimenticavo, importante: una pomata per le zone intime; 6-8 ore di sfregamento NON sono come il giro della domenica mattina.

Informazione di "altra natura": è la cosa più bella che io abbia mai fatto in MTB ...

Ciao,
ho letto con particolare interesse il topic, giacché partirò per il Camino di Santiago il 4 settembre. Zeppo di consigli, non posso non complimentarmi con l'autore!

Prima richiesta:
avendo una full-suspended (una Jumpertrek, nulla di trascendentale...) ho grossi problemi a montare un portapacchi tradizionale, e penso che dovrò orientarmi su modelli stile OLD MAN MOUNTAIN. Poiché domani parto per l'Olanda, e leggo che l'importatore europeo è olandese, sapresti indicarmi l'indirizzo? Se fosse ad Amsterdam sarebbe perfetto!
Mi dicono che il costo dell'OMM è proibitivo, vero?

Seconda richiesta:
saremo io e la mia ragazza, moderatamente allenati.
Non penso che la mia ragazza possa sostenere più di KM60.
Oltre al Cebreiro e alla vetta dello Hierro troverò altre ascese difficoltose?

in attesa,
Maldon

fifurnio
10-08-2008, 18:17:52
Ciao,
ho letto con particolare interesse il topic, giacché partirò per il Camino di Santiago il 4 settembre. Zeppo di consigli, non posso non complimentarmi con l'autore!

Prima richiesta:
avendo una full-suspended (una Jumpertrek, nulla di trascendentale...) ho grossi problemi a montare un portapacchi tradizionale, e penso che dovrò orientarmi su modelli stile OLD MAN MOUNTAIN. Poiché domani parto per l'Olanda, e leggo che l'importatore europeo è olandese, sapresti indicarmi l'indirizzo? Se fosse ad Amsterdam sarebbe perfetto!
Mi dicono che il costo dell'OMM è proibitivo, vero?

Seconda richiesta:
saremo io e la mia ragazza, moderatamente allenati.
Non penso che la mia ragazza possa sostenere più di KM60.
Oltre al Cebreiro e alla vetta dello Hierro troverò altre ascese difficoltose?

in attesa,
Maldon

non ho l'indirizzo a portata di mano, ma sul sito di OMM trovi i distributori, vai al link dell'olandese e mettiti d'accordo o vedi se trovi la via e la città, noi abbiamo comperato 4 portapacchi e pagato in anticipo con carta di credito, il prezzo era di circa 150 euro se ben ricordo.

I 60 km possono essere pochi in certe tappe e molti in certe altre, rammento che vari tratti sono piani e privi di difficoltà, mentre certi altri "pizzicano".
Comunque, è la pioggia secondo me una delle variabili principali.
Ci sono siti meteo sul cammino con previsioni a una settimana, due di questi hanno azzeccato abbastanza.
Se parti il 4 ti auguro buon viaggio, lieto di esserti stato d'aiuto, magari fammi gli auguri, visto che sarà il mio compleanno...

Maldon
10-08-2008, 20:14:49
non ho l'indirizzo a portata di mano, ma sul sito di OMM trovi i distributori, vai al link dell'olandese e mettiti d'accordo o vedi se trovi la via e la città, noi abbiamo comperato 4 portapacchi e pagato in anticipo con carta di credito, il prezzo era di circa 150 euro se ben ricordo.

I 60 km possono essere pochi in certe tappe e molti in certe altre, rammento che vari tratti sono piani e privi di difficoltà, mentre certi altri "pizzicano".
Comunque, è la pioggia secondo me una delle variabili principali.
Ci sono siti meteo sul cammino con previsioni a una settimana, due di questi hanno azzeccato abbastanza.
Se parti il 4 ti auguro buon viaggio, lieto di esserti stato d'aiuto, magari fammi gli auguri, visto che sarà il mio compleanno...

Grazie per l'imbeccata e per i consigli meteo
Il rivenditore olandese non ha però sede ad Amsterdam. Gli ho inviato una mail in cui chiedo se è possibile acquistare un portapacchi Old Man Mountain ad Amsterdam.
Ma... 150 per un solo portapacchi? :spetteguless:
Ho notato che i modelli sono diversi, e poiché non sono molto ferrato in materia apprezzerei molto se potessi consigliarmi il modello adatto alle mie esigenze.
Ho una jumpertrek full-suspended, come questa:

[Only registered and activated users can see links]

... non mancherò di farti gli auguri, è il minimo!
Tra l'altro sei nato sotto lo stesso segno della mia ragazza, nata il 18 settembre... ;-)

saluti
Maldon

fifurnio
12-08-2008, 12:28:44
Grazie per l'imbeccata e per i consigli meteo
Il rivenditore olandese non ha però sede ad Amsterdam. Gli ho inviato una mail in cui chiedo se è possibile acquistare un portapacchi Old Man Mountain ad Amsterdam.
Ma... 150 per un solo portapacchi? :spetteguless:
Ho notato che i modelli sono diversi, e poiché non sono molto ferrato in materia apprezzerei molto se potessi consigliarmi il modello adatto alle mie esigenze.

... non mancherò di farti gli auguri, è il minimo!
Tra l'altro sei nato sotto lo stesso segno della mia ragazza, nata il 18 settembre... ;-)

saluti
Maldon

Il modello dovrebbe essere stato lo "spring", specifico per le full; sul prezzo ti invito a non andare per il sottile: prova ad immaginare se il portapacchi ti molla per strada...
Si attacca in basso ad un perno allungato (fornito) che sostituisce provvisoriamente l'originale, la parte alta deve essere trattenuta da due staffe: noi le abbiamo fissate sulle colonnine dei Vbrakes, tu potresti attaccarle al forcellone all'altezza del perno ammortizzatore, oppure al tubo sella, ma se fai così devi anche provvedere ad incernierare le staffe da entrambi i lati , visto che i due punti di fissaggio non hanno più distanza stabile.

Pe risparmiare e per divertirmi il mio l'ho costruito da solo con alluminio tagliato ad acqua , supporti e colonnine freni completamente autocostruiti, alla fine era un po' più pesante degli altri ma decisamente su misura per bici e borse; non è per tutti, e comunque ci vuole tempo, e non è costato proprio "niente"...

Almo
12-08-2008, 18:44:08
Meglio spendere qualcosa in più, piuttosto che ritrovarsi a perdere pezzi per strada!

Maldon
18-08-2008, 16:00:20
Ciao,
di ritorno dall'Olanda, non posso dire di essere stato fortunato.
Nell'unico mio giorno disponibile ho trovato il negozio chiuso!
Gli altri non trattavano articoli così "tecnici"... :specc:
Ho due settimane di tempo, speriamo di trovare il modello che hai gentilmente indicato in tempo utile.

D'accordo Almo, inutile versare lacrime per il costo.
In fondo è uno degli elementi decisivi per un tour di questo tipo.

Per il resto, sono qua per ricevere ogni consiglio utile per un cicloturista alla prima esperienza.


grazie,
Maldon

Maldon
20-08-2008, 18:44:57
Dunque, finalmente ho contattato il rivenditore olandese.
Se penso che ero a un tiro di schioppo da lui fino a qualche giorno fa... :omertà:
Il portapacchi modello SPRING costa €145,00 + €20,00 s.s.
Il rivenditore mi ha consigliato di assicurarmi che il modello sia adatto alla mia MTB. Ora, personalmente non ne ho la più pallida idea, anche perché non riesco proprio ad immaginare come possa agganciare il portapacchi al telaio senza praticare dei fori. E non penso che sia consigliabile forare il telaio, giusto?
Ho letto la spiegazione, ma non ho capito granché...:nunsacci:
Btw, questo è l'allegato che mi ha inviato.

[Only registered and activated users can see links]

saluti
Maldon

MassimoPampaloni
20-02-2009, 12:27:14
niente fori, e' fissato al mozzo della ruota, in basso ed ai fori dei freni in alto, penso occorra o avere i dischi, oppure smontare i v-brake, mettere le due staffettine, e riavvitare i freni. Tutto questo ad occhio dalla foto....