PDA

Visualizza versione completa : a proposito di SCUOLE MTB...


fullmonti
17-04-2003, 14:09:18
Visto che in un altro post si parlava di scuole, vorrei sapere da chi ha partecipato a corsi di qualsiasi scuola, la propria esperienza, vista che la mia è stata decisamente :???: negativa. Feci (...) il corso x accompagnatore a Cortina, diversi anni fa, con Mariano Pettavino AMI, prima della scissione. L'unica persona seria e coinvolta di cui ricordo il nome è Giancarlo Bolognese di Bolzano, uno degli insegnanti, un "vecchio" del mtb come me...Il resto mi sembrò tutto una montatura. Le lezioni di "elettrostimolazione" fatte da un venditore per esempio, che attinenza potevano mai avere? Gira e rigira, saltavano fuori gli sponsor, posso anche capire ma, tuttora sono perplesso dell'effettivo valore di queste scuole. Vado in mtb dall'86 e sentirmi dire che ASSOLUTAMENTE la sella non va abbassata in discesa!! :cry: MMh! E poi, dopo il corso nessun contatto, nemmeno il mio nome nell'elenco del loro sito alla voce accompagnatore. Si sono ricordati di me solo x propormi il corso successivo per MAESTRO...ok, mi fermo qui altrimenti 8-) ......

mugnax
17-04-2003, 16:19:37
ingenuamente chiedo? perché dicono di non abbassare mai la sella in discesa?

secco
17-04-2003, 16:27:19
come NON abbassare la sella??!! :shock: :shock:

sputnik
18-04-2003, 10:16:43
UHHH??!? Come?.... non abbassare la sella? :shock: %$)) :shock: .. e i pandan? :(

fullmonti
18-04-2003, 20:20:15
:smile: dicevano di non abbassare la sella perchè il biker si deve abituare ad un assetto solo della bici.....dar vì i ciap! :???:

alpbike
27-07-2006, 09:00:48
Come tutte le cose che si evolvono, anche i corsi di formazione (almeno quelli della Scuola Nazionale Maestri di Mountain Bike - www.amibike.it (http://www.amibike.it)) si sono evoluti e non poco. La qualità della formazione è di prim'ordine, posso sembrare di parte ma le testimonianze raccolte aiutano a rafforzare questa convinzione. La differenza con altre strutture sta non solo nella formazione, ma anche nel supporto all'attività delle persone che vengono diplomate: divulgazione delle proposte, spazi dedicati autonomi, partecipazione a fiere, tutela della figura, corsi di aggiornamento, ecc...

La sella non va abbassata ?? Certo ! ...Dipende cosa ci vuoi fare però con la mtb ! Se vuoi scendere lungo sentieri praticamente in verticale dalle caratteristiche trialistiche, nessuno ti dirà mai di non abbassarla, anzi ! Ma in altri casi, una buona tecnica ti consente di tenerla al suo posto e di utilizzarla sfruttandola anche nelle eventuali fermate e ripartenze in discesa. E' chiaro che se si hanno carenze e/o insicurezze tecniche, la sella diventa d'impiccio e un pericolo in più. E' chiaro che se qualcuno accompagna un gruppo di persone e lungo un tratto di discesa ripida, un cliente si sente insicuro è consigliabile abbassare la sella, pur di riportarlo a casa sano !
Mi sorge spontanea anche una domanda: accompagnereste mai delle persone lungo un sentiero che possa mettere in difficoltà anche voi ?!?!?!

laveladileo
27-07-2006, 09:30:46
Come tutte le cose che si evolvono, anche i corsi di formazione (almeno quelli della Scuola Nazionale Maestri di Mountain Bike - www.amibike.it (http://www.amibike.it)) si sono evoluti e non poco. La qualità della formazione è di prim'ordine, posso sembrare di parte ma le testimonianze raccolte aiutano a rafforzare questa convinzione. La differenza con altre strutture sta non solo nella formazione, ma anche nel supporto all'attività delle persone che vengono diplomate: divulgazione delle proposte, spazi dedicati autonomi, partecipazione a fiere, tutela della figura, corsi di aggiornamento, ecc...

La sella non va abbassata ?? Certo ! ...Dipende cosa ci vuoi fare però con la mtb ! Se vuoi scendere lungo sentieri praticamente in verticale dalle caratteristiche trialistiche, nessuno ti dirà mai di non abbassarla, anzi ! Ma in altri casi, una buona tecnica ti consente di tenerla al suo posto e di utilizzarla sfruttandola anche nelle eventuali fermate e ripartenze in discesa. E' chiaro che se si hanno carenze e/o insicurezze tecniche, la sella diventa d'impiccio e un pericolo in più. E' chiaro che se qualcuno accompagna un gruppo di persone e lungo un tratto di discesa ripida, un cliente si sente insicuro è consigliabile abbassare la sella, pur di riportarlo a casa sano !
Mi sorge spontanea anche una domanda: accompagnereste mai delle persone lungo un sentiero che possa mettere in difficoltà anche voi ?!?!?!

A chi sono rivolti i corsi di MTB?

Cosa ti insegnano?

Come funzionano i vari corsi di MTB?

Quanto durano?

Ma sevono veramente o l'importante come in tutte le cose (dopo un minimo di impostazione sull'assetto in bici) è importante stare sul mezzo e pedalare pedalare pedalare ed ogni tanto fare delle belle cadute?

tonno
27-07-2006, 10:12:20
mah!!!!!!!
Io non ho mai fatto un corso e mi hanno proposto di farne uno ad ottobre (dell'AMI). Ma sono perplesso, a riguardo.
Cioè cosa possono insegnarmi?
Al di là di varie nozioni di primo soccorso, che possono darmi di + (pratico MTB da 8-9 anni ormai)?
Non credo che possano insegnarmi a fare un bunny hop.
Oppure non credo possano insegnarmi a fare manutenzione ad una forcella... oppure ad insegnarmi come usare al meglio il GPS.
Insomma, pedalare so pedalare, per accompagnare gente, non credo sia necessario essere un ABSALON oppure in GRACIA. Quindi, per che cosa, uno dovrebbe spendere 200-300 euro?
Per uno stemmino sulla maglia?
Per un nome su un sito?
CIAO

resina65
27-07-2006, 10:23:03
Come tutte le cose che si evolvono, anche i corsi di formazione (almeno quelli della Scuola Nazionale Maestri di Mountain Bike - www.amibike.it (http://www.amibike.it)) si sono evoluti e non poco. La qualità della formazione è di prim'ordine, posso sembrare di parte ma le testimonianze raccolte aiutano a rafforzare questa convinzione. La differenza con altre strutture sta non solo nella formazione, ma anche nel supporto all'attività delle persone che vengono diplomate: divulgazione delle proposte, spazi dedicati autonomi, partecipazione a fiere, tutela della figura, corsi di aggiornamento, ecc...

La sella non va abbassata ?? Certo ! ...Dipende cosa ci vuoi fare però con la mtb ! Se vuoi scendere lungo sentieri praticamente in verticale dalle caratteristiche trialistiche, nessuno ti dirà mai di non abbassarla, anzi ! Ma in altri casi, una buona tecnica ti consente di tenerla al suo posto e di utilizzarla sfruttandola anche nelle eventuali fermate e ripartenze in discesa. E' chiaro che se si hanno carenze e/o insicurezze tecniche, la sella diventa d'impiccio e un pericolo in più. E' chiaro che se qualcuno accompagna un gruppo di persone e lungo un tratto di discesa ripida, un cliente si sente insicuro è consigliabile abbassare la sella, pur di riportarlo a casa sano !
Mi sorge spontanea anche una domanda: accompagnereste mai delle persone lungo un sentiero che possa mettere in difficoltà anche voi ?!?!?!

Non credo che dovremmo disquisire se e in quali casi la sella va abbassata, ma sul corso in sé e cioé se la preparazione che ti da (a pagamento) è sufficiente a sentirti sicuro di portare in giro dei clienti (che ti pagano!!) e soprattutto se i clienti si sentono tranquilli a venire con te, perché hai delle nozioni e dell'esperienza che vanno al di là del "normale" (e intendo meteorologia, cartografia, meccanica, tecnica, pronto soccorso, ecc.)

bikocò
27-07-2006, 10:43:16
mah!!!!!!!
Io non ho mai fatto un corso e mi hanno proposto di farne uno ad ottobre (dell'AMI). Ma sono perplesso, a riguardo.
Cioè cosa possono insegnarmi?
Al di là di varie nozioni di primo soccorso, che possono darmi di + (pratico MTB da 8-9 anni ormai)?
Non credo che possano insegnarmi a fare un bunny hop.
Oppure non credo possano insegnarmi a fare manutenzione ad una forcella... oppure ad insegnarmi come usare al meglio il GPS.
Insomma, pedalare so pedalare, per accompagnare gente, non credo sia necessario essere un ABSALON oppure in GRACIA. Quindi, per che cosa, uno dovrebbe spendere 200-300 euro?
Per uno stemmino sulla maglia?
Per un nome su un sito?
CIAO
già lo stemmino e finisce lì

alpbike
27-07-2006, 11:23:27
mah!!!!!!!
Io non ho mai fatto un corso e mi hanno proposto di farne uno ad ottobre (dell'AMI). Ma sono perplesso, a riguardo.
Cioè cosa possono insegnarmi?
Al di là di varie nozioni di primo soccorso, che possono darmi di + (pratico MTB da 8-9 anni ormai)?
Non credo che possano insegnarmi a fare un bunny hop.
Oppure non credo possano insegnarmi a fare manutenzione ad una forcella... oppure ad insegnarmi come usare al meglio il GPS.
Insomma, pedalare so pedalare, per accompagnare gente, non credo sia necessario essere un ABSALON oppure in GRACIA. Quindi, per che cosa, uno dovrebbe spendere 200-300 euro?
Per uno stemmino sulla maglia?
Per un nome su un sito?
CIAO
Ti basta alzare il telefono e/o consultare il sito www.amibike.it (http://www.amibike.it) e contattare via e-mail qualcuna delle persone tra le ultime della lista. Le ultime semplicemente perchè dovrebbero essere le più fresche di nomina. Dopo aver preso informazioni da più persone (giusto per mettere insieme più opinioni), che probabilmente come tanti di noi hanno avuto a suo tempo le stesse perplessità e dubbi, puoi tirare le somme e farti un opinione più reale e veritiera sulla validità di questi corsi. Inutile contattare le segreterie delle varie strutture rivolgendo queste stesse domande, è come chiederti se nel tuo lavoro sei bravo o un pirla, che risponderesti ??
Credo che più importante del numero degli anni di esperienza alle spalle, ci sia la tipologia degli itinerari affrontati in questi anni. Per capirci, se per 9 anni ho pedalato su strade sterrate, il primo sentiero con qualche sasso o ostacolo in più del previsto mi metterà in crisi immediatamente !

fg773
27-07-2006, 13:31:47
io è un periodo di tempo che giro tra i vari siti perchè il corso da guida-accompagnatore vorrei farlo.
Ho letto i vari programmi e mi sembrano fatti benone, anche gli addetti ai lavori non mi sembrano proprio dei sprovveduti.
Sicuramente, questo lo dico per esperienza personale,essendo stato istruttore qualificato (in altro sport) filpk-coni, lo sportivo-atleta, nel caso mtb ciclo-turista, si sente molto più sicuro, insieme ad uno sconosciuto, se quest'ultimo porta uno scudettino.
Ora sto girando per i vari negozi che so trattano mtb per vedere se qualcuno sta organizzando corsi, in quanto in internet non trovo nulla che riguarda l'Abruzzo.
Se trovo un bel corso in Abruzzo io mi iscrivo, poi giudicherò e vi dirò la mia.
P.s.:se qualcuno conosce dove posso rivolgermi in abruzzo.....anche per mp. grazie.

Geo.Giampi
27-07-2006, 13:44:49
Io mi ricordo una vecchia frase:

NON SO SE CHI HA CERCATO L'ORO IN AMERICA LO HA TROVATO, DI CERTO CHI VENDEVA PALE E PICCONI E' DIVENTATO RICCO...............


Giampi.

tonno
27-07-2006, 13:49:12
Ti basta alzare il telefono e/o consultare il sito www.amibike.it (http://www.amibike.it) e contattare via e-mail qualcuna delle persone tra le ultime della lista.

Questa è una bella idea


Credo che più importante del numero degli anni di esperienza alle spalle, ci sia la tipologia degli itinerari affrontati in questi anni. Per capirci, se per 9 anni ho pedalato su strade sterrate, il primo sentiero con qualche sasso o ostacolo in più del previsto mi metterà in crisi immediatamente !
Beh!!!!!!!!
Si... i miei 9 anni di MTB non li ho passati solo su una stradina bianca piana... diciamo che qualche discesina tecnica tecnica, l'ho affrontata.
Quello che intendevo dire era che comunque, chi pensa a questo tipo di corsi, non pensa certo di fare un corso per aumentare le proprie capacità tecniche (mi sembra abbastanza ovvio, no????? ... in 3 giorni tra lezioni teoriche e pratiche non c'è molto tempo da dedicare che ne so... alla tecnica per il bunny-hop) o almeno mi auguro.

CIAO

fg773
27-07-2006, 14:17:31
Io mi ricordo una vecchia frase:

NON SO SE CHI HA CERCATO L'ORO IN AMERICA LO HA TROVATO, DI CERTO CHI VENDEVA PALE E PICCONI E' DIVENTATO RICCO...............


Giampi.


:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: questa è bellissima anche perchè è vero