PDA

Visualizza versione completa : Problema indice...lacerazione muscolo prima falange


killer fiore
10-10-2010, 21:31:30
salve
sono 3 settimane che vado avanti con questo problema:
circa 1 mesetto fa mi feci un taglio profondi conficcandomi una forbice fino all'osso dell indice (nella prima falange dell'indice)
ho quindi lacerato il muscolo...sono passate 3 settimane..e ho ancora dolore nel piegare il dito...
non lo tengo a riposo come dovrei...nel muoverlo normalmente non mi fa male però se cerco di piegarlo completamente, non ci riesco...e sento dolore...

non ho usato alcun tipo di farmaco...volevo chiedere se è normale ciò e se il dolore e la riacquisizione della completa funzionalità del dito sarà solo questione di tempo...

grazie

drpegoli
11-10-2010, 07:52:29
Questo tipo di ferite sono "fetenti" e pericolose. Le lesioni nella zona che hai detto te possono interessare il tendine che a questo livello si presenta come un cordone. Possono essere piccole ma creare lesioni importanti ed a volte lesioni parziali e passare quindi misconosciute: da quello che ho capito, a parte il dolore, muovi bene il dito senza limitazioni. Immagino tu abbia fatto una visita: questa è derimente se vi possano essere lesioni o meno. In caso, come potrebbe essere la tua situazione, tutto sia a posto è corretto muovere il dito (questa è la sua funzione naturale) magari cercando di risparmiarlo un pochino. Se dovesse persistere fatti vedere.
drpegoli

killer fiore
11-10-2010, 20:43:49
Questo tipo di ferite sono "fetenti" e pericolose. Le lesioni nella zona che hai detto te possono interessare il tendine che a questo livello si presenta come un cordone. Possono essere piccole ma creare lesioni importanti ed a volte lesioni parziali e passare quindi misconosciute: da quello che ho capito, a parte il dolore, muovi bene il dito senza limitazioni. Immagino tu abbia fatto una visita: questa è derimente se vi possano essere lesioni o meno. In caso, come potrebbe essere la tua situazione, tutto sia a posto è corretto muovere il dito (questa è la sua funzione naturale) magari cercando di risparmiarlo un pochino. Se dovesse persistere fatti vedere.
drpegoli

grazie per la risposta...ad ogni modo il dito lo muovo abbastanza bene...
tuttavia non riesco a piegarlo completamente mancano alcuni millimetri rispetto all altra mano...
spero che con il passare del tempo passi...se cosi non fosse mi farò vedere

killer fiore
12-11-2010, 09:04:01
salve aggiorno la situazione

Dunque ieri dopo un mese da misfatto mi sono recato da uno specialista ortopedico
ha concluso che il tendine non è leso insomma il dito lo muovo bene tuttavia non riesco a piegarlo al 100% (sono al 95%) però il dolore persiste anche se è diminuito...
ha diagnosticato la formazione di *** (non mi ricordo il termine) infatti a livello della prima falange il dito è un pò più gonfio rispetto alla mano dx...permendo infatti lateralmente il tendine e premendo fra 1 e seconda falange (dove si piega appunto il dito) avverto ancora dolore...
Mi ha consigliato di fare un ecografia ma che sicuramente confermerà la formazione di questa***...
mi ha prescritto di fare movimento mettendo il dito in soluzione salina ipertonica e cercare gradualmente di muoverlo...
Ripeto il tendine funziona bene MA LA MIA PREOCCUPAZIONE è che col passare del tempo non riesca poi più a mandare via il dolore, diventando cronico...
Successivamente poi si potrebbero fare ultrasuoni ecc...
Insomma volevo sapere se perdendo tempo nel prenotare esami (eco a mio parere inutile che confermerà la diagnosi) non potrò più recuperare dal dolore...
(premendo sul freno della pinza della mia bici sento ancora dolore)...

Ho provato anche a recarmi da un fisioterapista che mi ha chiesto 200-300 euro per la riabilitazione...
lei cosa mi consiglia di fare a sto punto?
è gia passato 1 mese e non vorrei che perdendo troppo tempo sia poi tardi per fare la necessaria riabilitazione, inoltre i bagni ipertonici hanno senso?

drpegoli
12-11-2010, 09:47:55
salve aggiorno la situazione

Dunque ieri dopo un mese da misfatto mi sono recato da uno specialista ortopedico
ha concluso che il tendine non è leso insomma il dito lo muovo bene tuttavia non riesco a piegarlo al 100% (sono al 95%) però il dolore persiste anche se è diminuito...
ha diagnosticato la formazione di *** (non mi ricordo il termine) infatti a livello della prima falange il dito è un pò più gonfio rispetto alla mano dx...permendo infatti lateralmente il tendine e premendo fra 1 e seconda falange (dove si piega appunto il dito) avverto ancora dolore...
Mi ha consigliato di fare un ecografia ma che sicuramente confermerà la formazione di questa***...
mi ha prescritto di fare movimento mettendo il dito in soluzione salina ipertonica e cercare gradualmente di muoverlo...
Ripeto il tendine funziona bene MA LA MIA PREOCCUPAZIONE è che col passare del tempo non riesca poi più a mandare via il dolore, diventando cronico...
Successivamente poi si potrebbero fare ultrasuoni ecc...
Insomma volevo sapere se perdendo tempo nel prenotare esami (eco a mio parere inutile che confermerà la diagnosi) non potrò più recuperare dal dolore...
(premendo sul freno della pinza della mia bici sento ancora dolore)...

Ho provato anche a recarmi da un fisioterapista che mi ha chiesto 200-300 euro per la riabilitazione...
lei cosa mi consiglia di fare a sto punto?
è gia passato 1 mese e non vorrei che perdendo troppo tempo sia poi tardi per fare la necessaria riabilitazione, inoltre i bagni ipertonici hanno senso?
Questa famosa ??? potrebbe essere una derenza tendinea? La cosa importante è sia stato valutato che il tendine sia integro. Il dolore sopratutto se si è mosso un pelino troppo rispetto al consigliato è normale anche per diversi mesi. Non è escluso che possa rimanere un pochino. La terapia è importante ma senza lesioni un alternativa è fare una o due sedute e poi proseguire gli esercizi per porprio conto.
Buona giornata
drpegoli