PDA

Visualizza versione completa : Test Transition Covert


muldox
07-02-2011, 07:47:52
Transition (http://transitionbikes.com/Home.cfm) è una casa statunitense con sede nella cittadina di Ferndale, nello stato di Washington. Marchio già noto da tempo fra gli appassionati delle discipline gravity che frequentano mtb-forum, grazie ai successi di Andrea Bruno nel circuito Superenduro ha ultimamente guadagnato una certa notorietà anche fra i praticanti del cosiddetto all mountain e soprattutto fra gli enduristi. Il forte corridore cuneese non si limita però a correre e vincere in sella ad una Covert (http://transitionbikes.com/Bikes_Covert.cfm) come quella di cui ci occupiamo in questo test, ma cura anche la distribuzione del marchio in Italia grazie a Tribe Distribution (http://www.tribedistribution.com) di cui è co-titolare.

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/thumbs_576/1931.jpg

I 150 mm di travel posteriore, abbinati ad una forcella da 160 mm e a delle geometrie ben bilanciate, rendono la Covert un mezzo molto interessante per chi ama non solo spingere in discesa, ma anche guadagnarsi il dislivello con le proprie forze.

Complice il periodo dell?anno e quindi la chiusura degli impianti di risalita, abbiamo perciò chiesto un montaggio che non compromettesse la pedalabilità di questa enduro che sulla carta promette grande polivalenza.

La richiesta ha un perfetto senso anche dal punto di vista del test dato che, oltre ai montaggi offerti dalla casa madre ed a due kit "standard", Tribe offre la possibilità di montaggi personalizzati grazie alla collaborazione con Marzocchi, Kenda, Fulcrum, Gravity, Protone e SRAM. Si tratta di un'opzione in genere molto apprezzata dai bikers più "evoluti" e che a maggior ragione lo sarà in questo caso, visto che si può contare sulla consulenza diretta di un rider di alto livello . Per quanto riguarda i kit standard, li trovate al capitolo ?links utili? a fine test. Prima di passare all?analisi del montaggio e statica, una nota sul fatto che la versione da noi provata era un 2010: avendo completamente rivisitato la Covert proprio l'anno scorso, la versione 2011 è praticamente identica. Cambiano solamente i colori, che dal bianco o rosso del 2010 diventeranno raw, nero con grafiche bianche o orange con grafiche nere nel 2011. Per lo stesso motivo non dovete preoccuparvi se le specifiche riportate sul sito Transition o Tribe fanno riferimento al modello 2010 (così era al momento della stesura di queste righe), essendo in tutto e per tutto valide anche per l?anno in corso.

http://www.vimeo.com/18472120

Nel video: Zergio all'inseguimento di Marco Milivinti durante il test della Covert

Analisi statica e prime sensazioni

La sospensione di tipo monocross, il fissaggio della ruota posteriore affidato ad un classico QR, il passaggio cavi esterno (ad eccezione dell'ultimo tratto di quello del cambio) ed in generale la mancanza di soluzioni "ricercate" o strani amenicoli, potrebbero far pensare che ci si trovi di fronte ad un progetto "vecchio".

Non è così, ed a testimoniarlo sono la presenza del tubo sterzo conico e del supporto ISCG 05. Evidentemente in Transition hanno fatto delle scelte ben precise, adottando solamente quelle soluzioni che secondo loro apportano dei tangibili vantaggi. Da parte nostra la cosa non ci preoccupa più di tanto, visto che spesso le soluzioni tradizionali realizzate con cura si dimostrano superiori a certe "ricercatezze" utili più agli uffici marketing che a chi sta in sella.

L'unica scelta che non ci convince è quella del QR posteriore, considerando che la maggior rigidità del perno passante sarebbe ottenibile con un incremento di peso praticamente nullo.

http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_02641.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data/603/medium/IMG_02641.jpg) (http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/1768.jpg)http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_02663.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data/603/medium/IMG_02663.jpg) (http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/1768.jpg)

Tribe ci ha inviato una delle bici personali di Andrea Bruno, quindi montaggio improntato al massimo delle performance senza badare a compromessi (anche dal punto di vista economico, ovviamente). Performance che nel Superenduro si ottengono con dei mezzi che siano performanti in discesa ma che al contempo permettano di arrivare all'inizio delle prove speciali senza eccessivo dispendio di energie. Importante è anche l'efficacia nelle fasi pedalate che si trovano nelle ps stesse, dato che talvolta possono fare la differenza.

A fronte di queste premesse è ovvio intuire che per chi ha ambizioni di classifica le parole d'ordine sono "leggerezza ed affidabilità", dato che una gara di SE si gioca su molti metri di dislivello distribuiti su più prove speciali.

Nel caso della Covert in test, tutto ciò è ottenuto con un montaggio che nelle sue parti fondamentali prevede un set ruote Fulcrum Red Zone XLR montato con Kenda Nevegal UST (2.35" ant/2.1" post), guarnitura Protone con doppia 22/36+bash e tendicatena Gamut, pacco pignoni Sunrace 11-36, reggi telescopico BLACX Jewel, piega da 760 mm abbinata a stem Gravity da 50 mm e freni Avid Elixir CR con dischi da 185/160 mm.

A livello di sospensioni troviamo invece una Marzocchi 55 RC3 Ti ed il sempre apprezzato Fox RP23 (che però ci darà qualche noia e che dovremo sostituire con un analogo, come leggerete in seguito).

http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_02613.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data/603/medium/IMG_02613.jpg) http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_0267.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data//603/IMG_0267.jpg)

Taglia compatta (per noi ma anche per chi di norma usa questa Covert), stem corto e piega larga oltre la norma (in rapporto al tipo di bici) lasciano ben pochi dubbi e parole da spendere su quale sia il feeling trasmesso da questa Covert una volta montati in sella: attaccare in discesa!

A proposito della taglia, una piccola curiosità: Transition stessa consiglia la M per riders fino a 185 cm (abbondanti) di statura, cosa decisamente anomala per una bici di questa tipologia e che evidenzia come la discesa sia nel DNA di questo brand.

Settata la sospensione posteriore con un SAG del 20-25% e riscontrato che la forcella è già precaricata come di nostro gradimento, possiamo dunque partire. L'utilizzo di coperture UST ci permette di utilizzare pressioni relativamente basse, cosa particolarmente apprezzata al posteriore vista la sezione contenuta del pneumatico (2.1"). Notare come anche questa scelta sia finalizzata al massimo della resa e dell'affidabilità con il minimo aggravio di peso.

Salita scorrevole

La bici bobba abbastanza marcatamente, e che un carro fermo in pedalata sia meglio di uno che bobba è pacifico. A patto che l'ammo sia dotato di piattaforma attivabile, si tratta però di un aspetto che su questo genere di bici non ci fa strappare i capelli. La levetta del propedal è infatti in posizione comoda, l'attivazione avviene in un lampo e l'intensità della piattaforma è regolabile su tre diversi livelli: problema risolto!

Da notare che il PP in posizione 3 ha un effetto appena sufficiente a stabilizzare il carro finchè si pedala seduti, mentre pedalando scompostamente o alzandosi sui pedali la sospensione tende ancora a muoversi. Su un mezzo da XC questo sarebbe un problema, mentre su bici di questa tipologia ciò permette di trovare la giusta frenatura in compressione nel momento in cui si abbandonano i fondi scorrevoli, dato che si hanno a disposizione tre livelli di frenatura tutti ben sfruttabili.

La piega da 760 mm, componente che potrebbe far rizzare i capelli in testa a qualche biker di derivazione xc, non ci ha dato particolari problemi. Sarà forse una questione di abitudine, ma spesso troviamo persino rilassante salire con le braccia ben aperte, per quanto una tal misura sia effettivamente al limite.

Salita tecnica

Cominciamo col dire che il ripido non disturba più di tanto la Covert nonostante la forcella non abbassabile. La sospensione posteriore infatti non si infossa, l'angolo sella è sufficientemente verticale e la larga piega dal rize contenuto aiuta a mantenere il peso ben caricato sull'anteriore, quindi basta spostarsi in punta di sella sulle rampe più ostiche ed il gioco è fatto. Poter salire con la forcella tutta estesa comporta inoltre il vantaggio di non abbassare l'altezza del movimento centrale, fatto abbastanza importante se si considera che sulla Covert non è particolarmente alto (con i vantaggi che ne derivano in discesa) e indiscutibile vantaggio in presenza di ostacoli di una certa entità.

I tre livelli di propedal correttamente spaziati permettono di trovare il miglior compromesso fra motricità e contenimento del bobbing, anche se come in tutti i compromessi un minimo si paga su un fronte o sull'altro. Noi, con il solito SAG del 20-25%, ci siamo trovati bene in posizione 2: buona motricità (anche grazie alle coperture), poco affondamento del carro e perciò ottima reattività e nessun fastidio dovuto a pedal kickback.

A tutto ciò si aggiunga la leggerezza generale e soprattutto delle ruote ed il piatto è servito: la Covert sul tecnico se la cava molto bene, permettendo di superare tratti dove altre enduro costringerebbero alla resa.

Discesa veloce/sconnessa

Anche in questo frangente la Covert si comporta meglio di quanto alcuni dati geometrici (angolo sterzo ed interasse) lascerebbero supporre. Merito sicuramente dell'ottimo controllo garantito dalla larga piega sia in curva che nei tratti più veloci e sconnessi, ma anche di come la sospensione posteriore sappia sfruttare appieno la pur non abbondante (per la categoria) escursione a disposizione. Con un SAG del 20-25%, il connubio fra la sospensione sostanzialmente lineare ed il Float High Volume permette infatti di utilizzare gran parte del travel anche senza staccare le ruote da terra, con il risultato che questa Transition tiene tranquillamente testa a mezzi che sulla carta si potrebbero supporre più performanti.

Approfittiamo di questo capitolo per una breve riflessione sulle coperture, in particolare la posteriore: come dicevamo la configurazione tubeless ci ha permesso di utilizzare pressioni leggermente inferiori a quelle abituali a tutto vantaggio di comfort e di aderenza. L'unico problema l'abbiamo avuto quando, presi dall'entusiasmo del "tanto è UST e non pizzico", siamo entrati a tuono in una pietraia bozzando il cerchio posteriore (chiediamo venia ai ragazzi di Tribe). Alla Covert comunque non abbiamo risparmiato nulla, avendola portata spesso e volentieri su percorsi disseminati di rocce più o meno smosse. Nonostante la sezione di soli 2.1" ed un peso dichiarato di poco superiore agli 800 g, a livello prestazionale non abbiamo mai avvertito la necessità di una copertura più grossa o "strutturata".

Primo morale della favola: va bene che in configurazione tubeless non c'è una camera che si può pizzicare, ma specie se si monta un set ruote leggero meglio non dimenticare che i cerchi ci sono comunque. Secondo morale della favola: pensiamoci bene ogni volta che ci convinciamo di aver bisogno di chissà quali macigni come coperture...

Singletrack guidato

Molto bene anche qui, dove la leggerezza, il movimento centrale relativamente basso e l'interasse contenuto giocano a favore. La piega molto larga (abbiate pazienza se viene continuamente tirata in ballo, ma si tratta di un componente che veramente condiziona molto la guida) richiede un attimo di assuefazione e di decisione nelle curve più strette in veloce sequenza, ma ripaga ampiamente nei tratti di rilancio garantendo un controllo superiore anche quando si sta in fuorisella pedalando a tutta. In fase di rilancio il bobbing si fa sentire, accentuato dal fatto che di norma ci si trova a spingere rapporti abbastanza lunghi, ma se non ci si fa tentare da un setting troppo morbido (cosa che secondo noi sarebbe un errore su questa bici e con questo ammo) il fastidio è limitato.

Si diceva al capitolo discesa veloce/sconnessa come la Covert permetta di sfruttare facilmente il travel posteriore e come ciò aiuti a renderla molto performante in rapporto alla tutto sommato contenuta escursione. Il rovescio della medaglia è che sui drop il fondocorsa è facilmente in agguato, comunque mai troppo violento se non si esagera con il SAG e se non si pretende di spingere la Covert verso utilizzi per i quali esistono mezzi più indicati (anche in casa Transition). Transition dichiara espressamente che la linearità del carro si abbina perfettamente ad anmmortizzatori high volume come quello montato sulla bici in test, tuttavia sarebbe interessante provare la Covert con ammortizzatori "standard" o magari con un DHX. Se qualcuno ha avuto occasione di farlo ci dica le sue impressioni...

Discesa tecnica

Temevamo che la posizione aggressiva e caricata sull'anteriore sarebbe stata penalizzante sui percorsi in stile "vert". In realtà basta abituarsi ad una maggior mobilità sul mezzo, costretti anche dalla larga piega (sì, sempre lei!) in particolare nei tornantini più stretti, ed il gioco è fatto. La Covert permette di farlo con facilità, dato che la sella può scendere totalmente nel già corto (per chi è della nostra statura) seat tube ed il valore di standover è contenuto.

Morale della favola: abbiamo portato la Covert su alcuni dei tracciati più ostici che affrontiamo abitualmente con piena soddisfazione.

Il passaggio cavi

Spendiamo qualche parola a parte per quanto riguarda il routing dei cavi in quanto unica nota stonata su una bici che c'è altrimenti parsa ben curata a livello di cura costruttiva. Sia la guaina del deragliatore che quella del cambio compiono infatti dei percorsi tortuosi, ma soprattutto con delle piegature abbastanza assurde.

[/URL]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/thumbs_200/1766.jpg (http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=1769) (http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=1765) (http://fotoalbum.mtb-forum.it/viewphoto.php?id=1765)http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/thumbs_200/1763.jpg (http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/20/1763.jpg)

Se per quanto riguarda il deragliatore il tutto si risolve con la scomodità di un comando duro da azionare, il cambio ci ha invece dato problemi anche a livello di precisione costringendoci a frequenti soste nel tentativo (spesso vano) di registrarlo alla meno peggio. Le basse temperature trovate durante tutto il periodo di test ed il fatto che cavi e guaine avessero già qualche mese di onorato lavoro sulle spalle non hanno sicuramente giovato, ma se fosse la nostra bici cercheremmo delle soluzioni alternative, anche a costo di dover posizionare qualche fascetta qua e là rinunciando ad utilizzare i passacavi predisposti sul telaio.

Conclusioni

La Covert si è comportata molto bene nella maggior parte delle situazioni nelle quali è stata provata. Sicuramente il montaggio di alto livello ha avuto la sua parte, ma progetto di base e realizzazione sono validi e dimostrano che il monocross può ancora dire la sua al pari di altri schemi e che non servono escursioni chilometriche per poter andare forte in discesa. Si tratta di un mezzo che consigliamo sicuramente per un utilizzo all mountain/enduro anche su terreni molto impegnativi, sia in salita che in discesa, mentre chi prevede frequenti passaggi in bikepark potrebbe non apprezzare la scarsa progressività della sospensione posteriore (dando per scontato che in bikepark ci si vada anche per saltare). Da rivedere il passaggio cavi, non all'altezza di questa bici.

Reggisella telescopico Blacx Jewel

Il test della Covert ci ha dato l'occasione di provare anche il reggi telescopico Blacx Jewel da 110 mm di escursione dotato di comando remoto. Non si tratta di un test vero e proprio dato che, come ben sanno i possessori dei vari telescopici in commercio, è l'affidabilità nel tempo l'aspetto più critico per questi componenti. Il reggi montato sulla Covert aveva comunque alle spalle già parecchio lavoro, stando a quanto ci ha detto Andrea Bruno di Tribe Distribution, che fra l'altro si occupa anche della distribuzione dei prodotti Blacx in Italia.

http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_02624.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data//603/IMG_02624.jpg)http://foto.mtb-forum.it/data/603/thumbs/IMG_02715.jpg (http://foto.mtb-forum.it/data//603/IMG_02715.jpg)

Cominciamo col dire che il Jewel si differenzia dagli altri telescopici in commercio nel tipo di funzionamento. Tre sono infatti le posizioni di lavoro: tutto giù, una posizione intermedia e tutto esteso. Oltre a non permettere posizionamenti diversi da quelli citati, il Jewel deve essere "caricato" perchè si sblocchi e risalga (in pratica ci si deve abbassare sino a caricarlo con il proprio peso), oltre che ovviamente richiedere l'azionamento del comando remoto. Per quanto la cosa non sia inizialmente immediata, dopo un po' di tempo ci si abitua, ma rimane la scomodità di dover fare un movimento in più. Il lato positivo di questo sistema è che la posizione intermedia, su certe discese più utile della "tutto giù", è ottenuta con facilità e soprattutto senza l'inconveniente di trovarsi la sella più in alto o più in basso di come si pensava di averla posizionata (cosa che accade facilmente con altri telescopici).

Il Jewel è totalmente meccanico e non presenta quindi le criticità legate ai sistemi idraulici, mentre il comando remoto ci è parso ben realizzato ma sull'esemplare in dotazione talvolta perdeva qualche colpo in quanto faticava e ritornare completamente. Probabilmente con un po' di manutenzione si sarebbe ripristinata la perfetta funzionalità.

Meglio o peggio di un telescopico "classico"? Dipende: se non vi capita quasi mai di posizionare la sella ad una altezza intermedia pensiamo che il Jewel sia più scomodo per via del sistema di sblocco. In caso contrario l'efficacia del Jewel da questo punto di vista, e la mancanza delle complicazioni legate ad un sistema idraulico, potrebbero invece farvelo preferire.

Info dell'ultima ora

Tribe ci comunica che sarà a breve ufficializzata una promozione per coloro che acquisteranno un telaio Covert: una giornata di corso superenduro con Andrea Bruno, probabilmente in occasione di una gara del circuito. Un'occasione per provare i percorsi e scoprire alcune malizie utili.

Per maggiori e più dettagliate info contattate Tribe.



Problemi riscontrati nel corso del test

_L'ammortizzatore Fox Float RP23 montato in origine aveva dei problemi all'idraulica (propedal inefficace e controllo del ritorno malfunzionante). Tribe ci ha inviato un secondo ammortizzatore perfettamente funzionante.

_Il deragliatore era posizionato troppo in basso e toccava la catena quando questa era sul 22. Problema risolto riposizionandolo leggermente più in alto.

Quote geometriche rilevate e pesi (Kenda Nevegal 2.35" ant / Nevegal 2.1" post):

_interasse: 1140 mm _angolo sterzo: 67° _angolo sella: 73.5° _altezza movimento centrale: 345 mm

_peso dichiarato telaio senza ammortizzatore: 3040 Kg _peso ruota ant completa* (perno escluso): 2025 g _peso ruota post completa* (perno escluso): 2267 g

*= con "ruota completa" intendiamo la ruota in ordine di marcia, quindi incluse coperture, dischi e pacco pignoni.

Links utili:

Tribe distribution: http://www.tribedistribution.com/

Transition su sito Tribe (listini etc.): http://www.tribedistribution.com/marchi/transition-bikes

Transition: http://transitionbikes.com/

Covert: http://transitionbikes.com/Bikes_Covert.cfm

Tour virtuale di Transition (per ?sognare California?): http://www.transitionbikes.com/Company.cfm?rider=0

__________________________________________________ ____________________________

Dalla pratica alla teoria, ovvero la Transition Covert analizzata da [U]Zergio (http://www.mtb-forum.it/wp-admin/../community/forum/member.php?u=7940) con il software Linkage (http://www.bikechecker.com/)

La geometria di questo sistema ammortizzante può esser definita come "4-bracci no-horst". Come già scritto in precedenti test, la differenza con un classico carro 4 bracci con giunto horst è "solamente" nella posizione dello snodo in prossimità dei forcellini posteriori; nel nostro caso si trova sui foderi alti. Il sistema di sospensione è simile ad un sistema FSR (4 bracci horst) in termini di personalizzazione della curva di compressione dell?ammortizzatore (grazie alla presenza dello swing-link) ma risponde alle regole dei monopivot. Questo si traduce in una limitata area progettuale in termini di personalizzazione traiettoria ruota; nel caso della bici in esame è sempre un arco di circonferza. Inoltre l'assenza di uno snodo tra main pivot e asse ruota può dar vita al fenomeno di brake lock-out (inibizione del carro in frenata).

Non mi stancherò mai di scriverlo, i grafici qui riportati sono stati calcolati assumendo come unità ammortizzante una molla elastica.

Il grafico teorico delle forze ancora una volta incontra le sensazioni sul campo del carro posteriore: leggera progressività/linearità ad inizio corsa per poi cambiare andamento oltre i 100 mm di escursione alla ruota.

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/2901.jpg

Come scritto nel test sul campo, tale andamento porta ad una buona risposta nei rilanci in discesa ma ad un fondo corsa poco sostenuto e quindi molto facile da raggiungere. Come specificato sopra questa è la risposta di una molla, un ammortizzatore ad aria limita questo fenomeno (in particolar modo utilizzando una sospensione con basso valore di volume della camera principale).

Il rapporto di compressione dell'ammortizzatore è mediamente alto.

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/2904.jpg Sensibilità limitata e stress sull'unità di sospensione.

Di seguito i due grafici di pedal kickback in due situazioni di rapporti differenti. Uno più adatto alla pianura (32/15) ed il secondo alla salita (22/34).

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/2902.jpg

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/2903.jpg

Entrambi abbastanza contenuti per una biammortizzata di 147 mm. Come nel test pratico, il pedal kick back non infastidisce la nostra pedalata su terreni sconnessi.

Il retro della medaglia (in particolare per un sistema 4 bracci no horst, e monopivot in generale) è un valore di ?s positivo contenuto

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/3017.jpg

ed un angolo traiettoria ruota relativamente basso.

http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/7940/3027.jpg

david_jcd
07-02-2011, 08:47:13
C'è una cosa che non sono sicuro di aver capito bene.
Supponiamo che li reggisella jewel sia in posizione tutto giù.
Per estenderlo completamente devo caricarlo una volta sola col mio peso o due (una quando è in fondo ed una quando è a metà)?

anima.salva
07-02-2011, 08:47:26
Bel test come sempre... due domande:

1) la kenda UST al posteriore (800 grammi) é parsa migliore come robustezza rispetto alle maxxis LUST (che come sezione e peso sono paragonabili..)?
2) e due parole sulla marzocchi 55 TI RC3 no? Interessa a molti e le prove latitano...

Ciao

muldox
07-02-2011, 09:03:47
...Per estenderlo completamente devo caricarlo una volta sola col mio peso o due (una quando è in fondo ed una quando è a metà)?

Una volta sola

Bel test come sempre... due domande:

1) la kenda UST al posteriore (800 grammi) é parsa migliore come robustezza rispetto alle maxxis LUST (che come sezione e peso sono paragonabili..)?
2) e due parole sulla marzocchi 55 TI RC3 no? Interessa a molti e le prove latitano...

Ciao

1) In versione LUST di Maxxis ho provato solamente l'High Roller, quindi il mio paragone si limita a quella. Comunque mi è parsa più robusta la Kenda.

2) Molto sensibile e ben personalizzabile nella prima parte di corsa, ben sostenuta nella parte centrale, murava però marcatamente a circa 3/4. Non so se fosse cosa voluta o meno, magari giocando sui livelli dell'olio.

M2 Bike
07-02-2011, 09:04:20
C'è una cosa che non sono sicuro di aver capito bene.
Supponiamo che li reggisella jewel sia in posizione tutto giù.
Per estenderlo completamente devo caricarlo una volta sola col mio peso o due (una quando è in fondo ed una quando è a metà)?

Devi "caricarlo" una volta sola, perchè poi finchè non rilasci la levettina del comando a manubrio, il reggisella sale, fino alla posizione "tutto su"! :celopiùg:

giobiker
07-02-2011, 09:48:35
...parlare di monocross mi sembra impreciso, il funzionamento è assimilabile ad un monocross assistito da leveraggi, ma direi che ormai il quadrilatero con giunto sui foderi alti si meriti di essere considerato come categoria a se stante.
...per quanto riguarda la pedalabilità, ho avuto modo di utilizzarla in un breve tratto di rientro (grazie Solid Gas), l'ammo era settato duro causa il peso non proprio piuma di SG, devo dire che se anche dondola, non dà fastidio, un po' come i monocross di cannondale o del mio caro damper S, è un "dondolio" che però se gestito in sincro con la pedalata, sembra quasi assecondarla. Confermo la sensazione di lavorare molto bene nella prima parte di escursione, pur con ammo ad aria che notoriamente "guastano" il palato fine di chi ama non sentire il "muro" tipico dell'aria...
...l'assetto (pur con manubrio da 79cm x 2.5 alzo e una lyrick aria ben gonfia...) in taglia L, l'ho sentito fin troppo basso per i miei gusti, pur in un tratto pianeggiante... ma da come scende SG direi che è più una sensazione data dai miei problemi fisici (schiena plurioperata) che da un reale difetto di assetto. Anche se ritengo comunque preferibile avere un 66° all'anteriore. De gustibus.
Le finiture non mi hanno convinto (vedi saldature fazzoletto su tubo sterzo), la leggerezza percepita invece si, e molto (...confermata dal dato "ufficiale"..peccato non abbiate potuto rilevarla effettivamente).
Un consiglio, il peso delle ruote sarebbe forse più utile rilevarlo senza gomme, freni a disco e pacco pignoni, sono accessori che solitamente variano di molto da set-up a set-up (dischi più grandi, x0 invece che x9 o x7, ovvero xtr - xt - ecc...). Capisco cmq. che non è scopo del test rilevare pesi degli accessori, ma le ruote e le gomme di fatto sono un componente che incide molto sul peso complessivo, oltre che sulla massa "rotante", molto meno invece dischi e pacco pignoni.

marco
07-02-2011, 09:55:40
...per quanto riguarda la pedalabilità, ho avuto modo di utilizzarla in un breve tratto di rientro (grazie Solid Gas), l'ammo era settato duro causa il peso non proprio piuma di SG, devo dire che se anche dondola, non dà fastidio, un po' come i monocross di cannondale o del mio caro damper S, è un "dondolio" che però se gestito in sincro con la pedalata, sembra quasi assecondarla.

Mi ricorda una frase infelice di un importatore secondo cui il sistema ammortizzante delle bici che vendeva ti "spinge" in salita grazie al dondolio. Il bobbing, di per sè, è un inutile dispendio di energia, che poi uno voglia trovare delle scuse per giustificarlo è un conto, ma in un test obiettivo non può che essere una caratteristica negativa della cinematica della bici, che poi al giorno d'oggi può essere risolto senza tanti problemi con un sistema a piattaforma stabile, come nel caso della Covert.

muldox
07-02-2011, 10:06:24
...parlare di monocross mi sembra impreciso, il funzionamento è assimilabile ad un monocross assistito da leveraggi...

Anche i calvi possiamo elegantemente definirli dei "diversamente pettinati", ma sempre senza capelli rimangono :mrgreen:.
Nell'analisi Linkage comunque il discorso è stato approfondito (l'hai letta?).

Discorso peso ruote: riportiamo il peso reale di tutto l'insieme perchè è quello che ralmente ci si porta appresso e che può dare delle indicazioni sulle impressioni ricevute in termini di guida.
Il peso dei singoli componenti (ruote "nude" comprese) ci pare poco significativo in un'ottica di test della bici.

david_jcd
07-02-2011, 10:12:39
...parlare di monocross mi sembra impreciso, il funzionamento è assimilabile ad un monocross assistito da leveraggi,
Lo facevo anche io questo errore, bisogna distinguere tra monocross e monopivot.

solid gas
07-02-2011, 10:30:25
grazie Gio dell NdR ....
io personalmente mi trovo da dio con la covert che ce l'ho da un anno . Poi ho il DHX5 air che è strarisaputo, il propedal funziona una sega... funziona talmente poco che lo lascio inserito anche in discesa. tranne sulle pietraie incazzate che allora mi permetto di disinserirlo.
tale ammo è vivamente consigliato se la bici la spingi in gare varie e se sei di un peso superiore agli 85kg. allora le regolazioni varie ti aiutano non poco al giusto settaggio in specialmodo sui salti.

il donodolamento è in linea con tutte le altre bici. bisogna sapere pedalare . che non vuol dire spingere solo come un asino sui pedali ( vero Gio ? ahahaha )
consiglio per i grandi pedalatori: state su RP23 e se lo dovete pimpare, fate la riduzione del large volume. basta cercare in rete.

per il Marza 55ti, ce lho inscatolata da una 10 giorni, perche aspetto un cazzutissimo adattatore 1.1/5 conico.... provenendo dalla lirick air,sono curiosissimo di provarla ( anche perche ho lasciato giu lo stipendio ). mi sembra strano che muri la parte finale.... è il tipico comportamento delle Fox, particolare che fa incazzare moltissimi proprietari delle tali forke... mi seccherebbe assai che funzionasse cosi. staremo a vedere.
verra provata ancora meglio a san barth per la prima del SE ... gooodooooooooo

se riesco a ricevere il pezzo, vi aggiornero' sul comportamento.

muldox
07-02-2011, 10:41:36
....poi ho il DHX5 air che è strarisaputo, il propedal funziona una sega....

Se ti riferisci al DHX sulla Covert può darsi (non abbiamo avuto la fortuna di poterlo provare), se invece ti riferisci al DHX in generale non è assolutamente vero. Su certi carri funziona poco, su altri è molto efficace (persino troppo).

....il donodolamento è in linea con tutte le altre bici. bisogna sapere pedalare . che non vuol dire spingere solo come un asino sui pedali ( vero Gio ? ahahaha )....

Non ti offendere, ma questa è una stupidata colossale. Le bici non bobbano affatto tutte allo stesso modo, se pensi questo è perchè non ne hai provate molte o non eri molto attento quando l'hai fatto.


...per il Marza 55ti...mi sembra strano che muri la parte finale.... è il tipico comportamento delle Fox...

Può sembrarti strano quanto vuoi, ma la Marza che era montata sul Covert in test lo faceva eccome (il che non significa che lo facciano tutte, bisognerebbe vedere perchè lo faceva come ho già detto).
Fra l'altro murava prima ed in modo più netto di quanto non facciano le Fox ad aria.

anima.salva
07-02-2011, 10:48:29
é assai probabile che ci fosse troppo olio nella cartuccia rc3... di sicuro marzocchi stessa suggerisce di fare così per regolare la progressività della forcella... stapparla e levare un po' di olio dovrebbe essere una cosa da 5 minuti.. provate se ne avete occasione...

Se ti riferisci al DHX sulla Covert può darsi (non abbiamo avuto la fortuna di poterlo provare), se invece ti riferisci al DHX in generale non è assolutamente vero. Su certi carri funziona poco, su altri è molto efficace (persino troppo).



Non ti offendere, ma questa è una stupidata colossale. Le bici non bobbano affatto tutte allo stesso modo, se pensi questo è perchè non ne hai provate molte o non eri molto attento quando l'hai fatto.




Può sembrarti strano quanto vuoi, ma la Marza che era montata sul Covert in test lo faceva eccome (il che non significa che lo facciano tutte, bisognerebbe vedere perchè lo faceva come ho già detto).
Fra l'altro murava prima ed in modo più netto di quanto non facciano le Fox ad aria.

muldox
07-02-2011, 10:52:23
é assai probabile che ci fosse troppo olio nella cartuccia rc3...

Come ti ho detto è quello che ho pensato anch'io, ma non essendomi preso la briga di verificare e neppure di studiare come funziona la forcella in questione non è una cosa che posso affermare con certezza.

La bici non l'abbiamo più noi, quindi ci rimarrà il dubbio.

giobiker
07-02-2011, 12:27:43
Nell'ordine:
- la distinzione monopivot - monocross - 4link non horst: si ho letto tutto...la mia era solo una osservazione per usare un diverso liguaggio che mi sembra ormai di uso più comune, e visto che è un "sistema" molto diffuso (grazie a kona)...nulla da dire su analisi e altro, per carità;
- sul bobbing ho solo riportato impressioni di guida, avendo avuto e provato svariate bici monopivot, monocross assistiti, horst, (ora una nicolai con giunto horst), devo rilevare che da seduto e spingendo (come un mulo -SG ha ragione...), il bobbing si sente di più sulla covert che sul mio horstlink, ma come ho scritto non è stato tale da darmi fastidio né da darmi l'impressione di assorbire potenza.
Cmq. le mie sono ovviamente osservazioni, partono dal presupposto di dover dare mie impressioni di guida e non di dover confutare tesi e risultati dell'analisi pubblicata né pretendevo di dover spaccare il capello in quattro (per restare in tema di calvizie). Tant'è che non ho citato pressione ammo e sue regolazioni o altro. Quel che voglio dire è che a volte (ho citato il mio damper S e la cannondale prophet apposta) l'analisi tecnica sviscera dati su funzionamento dei vari cinematismi, che poi alla prova dei fatti magari non trovano riscontro così sensibile come invece potevano far apparire le misurazioni in se. Ecco, sul Covert mi è successo questo: lo guardo, io horstista e/o monopivotista purista, e storco il naso. Lo provo (seppure troppo poco...) e rimango positivamente colpito dalla pedalabilità e dal modo di funzionamento del carro, mentre ad es. sulla mia horst non ho mai sopportato l'ammo ad aria....Quindi non posso che confermare le vostre impressioni di guida.
- Sui pesi del setup, ok in effetti o pesi i singoli componenti, o fai prima a pesare il "gruppo" completo di taluni. Con l'elenco dei componenti preciso come avete inserito e la taglia della bici, il peso della bike completa è il dato più interessante da questo punto di vista, oltre a quello delle "masse rotanti".

muldox
07-02-2011, 12:36:41
...sul Covert mi è successo questo: lo guardo, io horstista e/o monopivotista purista, e storco il naso. Lo provo (seppure troppo poco...) e rimango positivamente colpito dalla pedalabilità....

La pedalabilità non è stata messa in discussione neppure nel test, dove anzi si è evidenziato che specie sul tecnico si è comportata al di sopra delle aspettatve e meglio di altre enduro (la Torque che uso frequentemente, tanto per citartene una).
Che il carro bobba è però un dato di fatto, rilevato non soltanto da me e da Sergio ma anche da altri che hanno avuto l'occasione di pedalarla per un tratto di salita. Che poi a te il dondolio possa piacere è altro conto, ma riconoscerai che in genere non è ritenuto un pregio e che, a meno che la bici dondoli perchè uno ci salta sopra, si tratta di energia che viene dispersa.

solid gas
07-02-2011, 12:54:36
muldox ti do ragione in tutto. tranne sulla marza perche non ho provato e mi hai messo ansia...
una cosa mi piace.: rispetto alla lirick, la marza ha un offset di 2cm in piu ... ottimi per me !

il mio dhx con il PP chiuso è perfetto. nel senso che sta sostenuto e si apre il giusto. ma basta una pedalata un po piu vigorosa, ma non tanto, perche si apra.

Per esempio ho un RP23 su una Rush. col PP su 3 ci vogliono le martellate perche si apra. diventa al pari di una XC racing. io giro sempre sul 2.

per il resto, io ,come tutti ( vero Gio) che hanno pesi e misure fuori taglia 42, sono un disadattato per natura. nel senso che tutto va bene e tutto va male...
l'unico carro antibobbo che non smettero mai di elogiare apertamente è quello della GT. neppure quelle da discesa ( Dhi, Fury, Ruchkus ) bobbano. per quanto riesci a spingere.

muldox
07-02-2011, 13:07:55
muldox ti do ragione in tutto. tranne sulla marza perche non ho provato e mi hai messo ansia.....

Ancora una volta: il comportamento descritto è quello dell'esemplare montato sulla bici in test, quindi:
_forcella non nuova
_forcella non nostra (non escludo che quel comportamento fosse voluto, bisognerebbe chiedere ad Andrea)
_nessuna verifica da parte nostra dei livelli olio (dovevamo testare la bici, non la forcella)

Questo per dire che non sto sostenendo che la 55 RC3 funzioni così, ma che quella montata sulla Covert del test funzionava così. Comunque facci sapere quando la monterai, sono anch'io curioso.

Discorso Propedal: sia parlando di RP23 che di DHX ho riscontrato comportamenti molto diversi sulle varie bici, per questo ritengo totalmente sbagliato generalizzare.

I motivi credo siano sostanzialmente tre, a volte combinati:
_taratura di fabbrica (per l'RP23)
_taratura dell'ammo (pressione nel piggy del DHX)
_tipo di carro, con particolare riferimento al rapporto di compressione

solid gas
07-02-2011, 13:16:28
chiaro. generalizzare è sempre sbagliato. ancorpiu' nei test.
comunque siamo un po OT
tornando alla Covert confermo l'ottimo prodotto per uso agonistico o free-AM con performances . allestita bene bene come quella in foto, puo essere anche un bel ferro da bar o acchiappa fagiane. ma non è fatta per quello.

Danybiker88
07-02-2011, 14:09:18
Ancora una volta: il comportamento descritto è quello dell'esemplare montato sulla bici in test, quindi:
_forcella non nuova
_forcella non nostra (non escludo che quel comportamento fosse voluto, bisognerebbe chiedere ad Andrea)
_nessuna verifica da parte nostra dei livelli olio (dovevamo testare la bici, non la forcella)

Questo per dire che non sto sostenendo che la 55 RC3 funzioni così, ma che quella montata sulla Covert del test funzionava così. Comunque facci sapere quando la monterai, sono anch'io curioso.

Un amico possedeva (prima che gliela rubassero) una 55 RC3 (mi pare del 2009 però) e anche lui confermava il comportamento da te descritto. Visto che non è il solo, penso che il comportamento lineare e poi fortemente progressivo verso il fine corsa (con l'effetto "muro") sia una caratteristica di quel tipo di forcella.

Per quanto riguarda il discorso del propedal invece, ricordo che esistono tarature di fabbrica differenti per i vari ammo. Non si può quindi confrontare il propedal della Rush con quella della Covert perchè è possibile che la Rush utilizzi un ammo con propedal più forte per impostazione di fabbrica.

muldox
07-02-2011, 14:18:28
...penso che il comportamento lineare e poi fortemente progressivo verso il fine corsa (con l'effetto "muro") sia una caratteristica di quel tipo di forcella...

Per rendere il comportamento più "linearmente progressivo" basta giocare con il precarico dell'aria, fatto salvo che si perde un po' di sensibilità ed il muro rimane.
Io mi sono trovato bene proprio caricando un po' d'aria ed ottenendo così un comportamento più lineare.

....Non si può quindi confrontare il propedal della Rush con quella della Covert perchè è possibile che la Rush utilizzi un ammo con propedal più forte per impostazione di fabbrica.

Esatto, così come andrebbe analizzato il comportamento dei due carri.

bikefla
07-02-2011, 16:01:45
la bici è bella,semplice ed efficace, dal video ho notato che il carro copia bene il terreno senza troppe sconnessioni, per quanro riguarda le sospensioni ognuno ha la propria taratura riferita allo stile di guida. Test ottimo

SPILLO781
07-02-2011, 17:28:51
Ciao a tutti,se posso vorrei dire la mia!Premesso che non sono tecnico come voi,ma penso di essere uno tra i primi(assieme a solid)ad avere acquistato la Covert e quindi ad averla frustata più a lungo!Ho letto che si parlava di peso del biker e del pp..io sono una piuma,68 kg e quando pedalo anche se il pp è sul 3 la bici bobba e si sente,e dopo un pò da fastidio,soprattutto in salita!Infatti proprio in questi giorni stò valutando di sostituire l'rp con il dhx...poi leggevo che il carro rimane progressivo,a me pare fin troppo lineare,spero di risolvere appunto con il 5.0...Vedremo!!Però quello che mi fà godere quando sono su stà biciclettina, è che in curva entri veloce ed esci altrettano,nello stretto non patisce ed è bello guidarsela tutta,nei cambi di direzione è veramente agile e nelle discese tanto scassate se la cava bene anche se non è proprio il suo abitat,poi se si trova la giusta posizione per guidarla io dico "la guidi incazzato"è intuitiva da portare e pur io avendo le sospensioni tutte ad aria non è stancante!
Ci tenevo a dire la mia:celopiùg:

solid gas
07-02-2011, 17:37:10
ciao spillo

sul scassato io non ho problemi al posteriore.
cambio la lirick ad aria , con la marza a molla perche invece ho qualche problema all'anteriore sullo scassato. per la verita sullo scassato medio-piccolo. sullo scassato-scassato la lirick va bene.
come tutte quelle ad aria poi stanca li braccini sul lungo andare.

ti sapro dire.

SPILLO781
07-02-2011, 18:07:32
Ciao Solid,bene bene testa e fai sapere!!Per quanto mi riguarda la Talas non mi da problemi,ma avevo pensato pure io alla molla...è l'rp che non mi soddisfa per niente!Se non ricordo male te hai il dhx o sbaglio?Se si come ti trovi??

muldox
07-02-2011, 19:35:05
...quando pedalo anche se il pp è sul 3 la bici bobba e si sente,e dopo un pò da fastidio,soprattutto in salita!Infatti proprio in questi giorni stò valutando di sostituire l'rp con il dhx...

Occhio che non è detto che passando al DHX la situazione migliori molto da quel punto di vista. Sei certo che l'RP23 che monti ora non sia cotto? Te lo dico perchè quello montato in origine sulla Covert del test, ad esempio, aveva il pp quasi totalmente inefficace. Cambiato ammo, cambiata la faccia della bici sia in salita che in discesa.
Io farei comunque qualche prova, magari con un DHX in prestito se ne hai l'opportunità, prima di lanciarmi in una spesa alla cieca.

...poi leggevo che il carro rimane progressivo,a me pare fin troppo lineare,spero di risolvere appunto con il 5.0...Vedremo!!

Io concordo con la tua analisi, ma non ho capito dove hai letto che il carro è progressivo. Probabilmente non nel nostro test, dato che noi abbiamo scritto quanto segue:

...sui drop il fondocorsa è facilmente in agguato....Transition dichiara espressamente che la linearità del carro si abbina perfettamente ad anmmortizzatori high volume.......chi prevede frequenti passaggi in bikepark potrebbe non apprezzare la scarsa progressività della sospensione posteriore.......tale andamento porta ad una buona risposta nei rilanci in discesa ma ad un fondo corsa poco sostenuto e quindi molto facile da raggiungere....


Che poi la risposta finale, ottenuta dall'interazione fra la linearità del carro e la progressività intrinseca di un ammo ad aria sia comunque progressiva, è altrettanto vero.

SPILLO781
07-02-2011, 22:06:41
Ciao Muldox,hai ragione,avevo in testa "progressivo"...invece c'è scritto scarsa progressività del carro...:pirletto:perdono!
Per quanto riguarda l'rp23 ci hai preso in pieno ;-) non è cotto di più ancora!!stò aspettando di spedirlo a Riccardo,vediamo se mi combina qualcosa di buono!Comunque anche prima di cuocerlo non ne ero pienamente soddisfatto,il pp non funzionava come si deve:spetteguless:!Purtroppo non ho la possibilità di avere un dhx in prova:cry:,ma perchè dici che non cambierebbe molto?Intendi solo il pp o in generale il comportamento di tutto l'ammo?

muldox
07-02-2011, 22:15:14
...ma perchè dici che non cambierebbe molto?Intendi solo il pp o in generale il comportamento di tutto l'ammo?

Intendo il pp. In realtà non dico che non cambierebbe niente, semplicemente non lo darei per scontato e per questo ti suggerivo di provarne uno prima di fare l'investimento.

aadm
07-02-2011, 22:50:30
Comunque la mia non bobba per niente, eh.

Anche io sono peso piuma (68kg ignudo) e mettendo il propedal al massimo livello la mia Covert si pedala senza il minimo movimento del carro.

Probabilmente ho una pedalata molto 'rotonda' e non mi aspetto certo che il carro sia fermo quando mi alzo in piedi sui pedali a spingere come un cinghiale.

Tanto per portare un'altra esperienza da possessore ed utilizzatore di questa fantastica bici.

marco
08-02-2011, 08:36:53
Comunque la mia non bobba per niente, eh.

Anche io sono peso piuma (68kg ignudo) e mettendo il propedal al massimo livello la mia Covert si pedala senza il minimo movimento del carro.

Probabilmente ho una pedalata molto 'rotonda' e non mi aspetto certo che il carro sia fermo quando mi alzo in piedi sui pedali a spingere come un cinghiale.



Invece Muldox è obeso, pedala come un asino e va in giro con l'ammo sgonfio.

Capisco che i fan boyz non la prendano bene quando viene detto che la loro bici senza propedal bobba, ma se volete leggere dei test dove vengono scritti solo elogi compratevi una rivista.

Mòlle
08-02-2011, 08:45:47
Invece Muldox è obeso, pedala come un asino e va in giro con l'ammo sgonfio.

Capisco che i fan boyz non la prendano bene quando viene detto che la loro bici senza propedal bobba, ma se volete leggere dei test dove vengono scritti solo elogi compratevi una rivista.
Più che altro in presenza di grafici, numeri e quant'altro dire l'esatto opposto di quanto rilevato da almeno due tester (Muldox e Zergio) che reputo attendibili mi pare un tantino esagerato.

muldox
08-02-2011, 08:54:39
...dire l'esatto opposto di quanto rilevato da almeno due tester (Muldox e Zergio) che reputo attendibili mi pare un tantino esagerato.

Non solamente da noi due, come ho scritto qualche post più indietro.

Per la cronaca: discutendo con Andrea Bruno a proposito della risposta del carro, lui ha interpellato direttamente Transition la quale gli ha fornito le curve da loro ricavate che poi Andrea ci ha girato.
Come era ovvio attendersi le curve coincidono, e d'altro canto se la matematica non è un'opinione....

alexx89
08-02-2011, 09:33:18
se volete leggere dei test dove vengono scritti solo elogi compratevi una rivista.

:smile::smile::smile:

teoDH
08-02-2011, 12:42:55
Se volete vedere la bici del test portata al limite, datevi un'occhio al video di Andrea...

Andrea Bruno Enduro Video 2010 on Vimeo (http://www.vimeo.com/17284042)

azuma
08-02-2011, 13:51:43
sempre uno spettacolo!!!

solid gas
08-02-2011, 14:12:53
Ciao Muldox,hai ragione,avevo in testa "progressivo"...invece c'è scritto scarsa progressività del carro...:pirletto:perdono!
Per quanto riguarda l'rp23 ci hai preso in pieno ;-) non è cotto di più ancora!!stò aspettando di spedirlo a Riccardo,vediamo se mi combina qualcosa di buono!Comunque anche prima di cuocerlo non ne ero pienamente soddisfatto,il pp non funzionava come si deve:spetteguless:!Purtroppo non ho la possibilità di avere un dhx in prova:cry:,ma perchè dici che non cambierebbe molto?Intendi solo il pp o in generale il comportamento di tutto l'ammo?

se la tua fissa è che la bici non deve bobbare, allora lascia perdere il dhx5.
è molto piu difficile col dhx , non oltrepassare la soglia di sblocco del PP.
Poi si vede benissimo dal video i andre , che booba pure il suo..... eccome se bobba :smile::smile::smile:

Fra#42
08-02-2011, 14:27:32
bel test, bel mezzo. non costasse così tanto...(ovvio, la qualità si paga)

o-o

azuma
08-02-2011, 16:26:46
straquoto l'assurdità dei passaggi cavi, ho anch'io un problema ricorrente di regolazione del der posteriore che sicuramente è da imputare alla curvatura delle guaine.
Per il resto anche se la uso da poco lo ritengo un gran telaio.

SPILLO781
08-02-2011, 16:34:05
se la tua fissa è che la bici non deve bobbare, allora lascia perdere il dhx5.
è molto piu difficile col dhx , non oltrepassare la soglia di sblocco del PP.
Poi si vede benissimo dal video i andre , che booba pure il suo..... eccome se bobba :smile::smile::smile:

Scusa Solid non ho capito bene!!non è una fissa che la bici bobba un pò, è un dato di fatto!!!magari io lo sento un pò di più perche in un anno ci ho fatto 10.000 km circa!Poi ovvio che con il divertimento che mi da in discesa come ho scritto ci passo sopra!Non capisco cosa dici del dhx,se dici che è "più difficile oltrepassare la soglia di sblocco del pp" significa che quando è inserito il pp appunto il carro dovrebbe rimanere più rigido no?Allora perchè me lo sconsigli?

andre77
08-02-2011, 16:36:44
straquoto l'assurdità dei passaggi cavi, ho anch'io un problema ricorrente di regolazione del der posteriore che sicuramente è da imputare alla curvatura delle guaine.
Per il resto anche se la uso da poco lo ritengo un gran telaio.

trovo anch'io che sia il peggior difetto del telaio, per il resto mi trovo molto bene e concordo con le analisi dei tester.

alexx89
08-02-2011, 16:38:42
Non capisco cosa dici del dhx,se dici che è "più difficile oltrepassare la soglia di sblocco del pp"

c'è scritto NON oltrepassare o-o

SPILLO781
08-02-2011, 16:41:44
straquoto l'assurdità dei passaggi cavi, ho anch'io un problema ricorrente di regolazione del der posteriore che sicuramente è da imputare alla curvatura delle guaine.
Per il resto anche se la uso da poco lo ritengo un gran telaio.


Sono pienamente daccordo con te,anche a me capitava spesso di dover regolare il der post!!Ma una soluzione certo non per risolvere il problema,ma per attenuarlo di molto c'è!;-)La prima volta che cambi la guaina armati di un pò di pazienza e di una limetta giusta o di un alesatore a mano e con molta calma allarga un pelo i due fori sul telaio(ovviamente non fare un foro da 10mm di diametro)ripeto non sparisce il problema ma le regolazioni del cambio diminuiscono nettamente:celopiùg:

SPILLO781
08-02-2011, 16:44:36
c'è scritto NON oltrepassare o-o

:pirletto::pirletto::pirletto::pirletto::pirletto:
Ok mi correggo Solid,adesso è chiaro!!!!

aadm
08-02-2011, 22:32:34
Invece Muldox è obeso, pedala come un asino e va in giro con l'ammo sgonfio.

Capisco che i fan boyz non la prendano bene quando viene detto che la loro bici senza propedal bobba, ma se volete leggere dei test dove vengono scritti solo elogi compratevi una rivista.

Hai letto troppo velocemente il mio post. Parlavo del comportamento CON propedal inserito.

E comunque: riferivo della mia esperienza in sella, e di come a me il pp messo su 3 sia sufficiente per smorzare tutti gli impulsi della pedalata; portavo come precisazioni ulteriori quelle del mio peso e della pedalata come elementi di discussione che magari possano servire a tester piu' esperti per convalidare la mia esperienza.

Poi scusa ma 'fanboyz' te lo tieni magari per quando dovessi leggere un mio decimo post che te la meno su quanto e' forte sta Covert... al primo, in cui riferisco in maniera pacata di una mia esperienza, magari no.

muldox
09-02-2011, 12:18:38
...La prima volta che cambi la guaina armati di un pò di pazienza e di una limetta giusta o di un alesatore a mano e con molta calma allarga un pelo i due fori sul telaio...

Io sono un po' dubbioso su questa soluzione. Pur supponendo che un piccolo "ritocco" non comprometta significativamente la resistenza della struttura, rimangono due problemi:
_possibile grane con la garanzia
_se il ritocco è minimo, come tu stesso hai detto il problema non si risolve in modo radicale

A questo punto io credo sia preferibile inventarsi un nuovo passaggio cavi, se e dove necessario. In fondo si tratta di un'operazione abbastanza semplice e fattibile da chiunque.

playlife
09-02-2011, 13:36:47
perdonate l'estrema ignoranza ma...
"...sui drop il fondocorsa è facilmente in agguato....Transition dichiara espressamente che la linearità del carro si abbina perfettamente ad anmmortizzatori high volume.......chi prevede frequenti passaggi in bikepark potrebbe non apprezzare la scarsa progressività della sospensione posteriore.......tale andamento porta ad una buona risposta nei rilanci in discesa ma ad un fondo corsa poco sostenuto e quindi molto facile da raggiungere.."
nel mio caso (ora utilizzo una vecchia slayer 2001 con 125 di corsa e un rapporto 125/38= 3,30 circa), montando un Fox rp2, son costretto a girare con pressioni di circa 250 psi...
in questa transition, un rp23 o meglio un dhxAir mi costringerebbero ad usare pressioni così al limite?
altra domanda "cretina"...è possibile montare il transition covert con un ammo a molla?
grazie :-)

muldox
09-02-2011, 13:52:26
...son costretto a girare con pressioni di circa 250 psi... con un rp23 o meglio un dhxAir montati su questa transition continuerei a dover usare pressioni così al limite?
altra domanda "cretina"...è possibile montare il transition covert con un ammo a molla?...

_Se non specifichi quanto pesi è difficile tentare di rispondere alla prima domanda. Per darti un riferimento ti posso dire che io peso un po' più di 75 kg in ordine di marcia e per ottenere un sag di circa il 20% utilizzavo pressioni attorno ai 190 psi con ammortizzatore Fox RP23 (un'altra pompa segnava una decina di psi in più, comunque l'ordine di grandezza è quello).

_Montare la molla? Salvo eventuali interferenze a livello di ingombro nessumno te lo impedisce. E' però una scelta che non farei assolutamente, dato che perderesti la progressività data dall'ammo ad aria. Come scritto nel test farei piuttosto la scelta inversa, vale a dire un ammo più progressivo.

playlife
09-02-2011, 13:53:37
_Se non specifichi quanto pesi è difficile tentare di rispondere alla prima domanda. Per darti un riferimento, ti dico che io peso un po' più di 75 kg in ordine di marcia e per ottenere un sag di circa il 20% utilizzavo pressioni attorno ai 190 psi con ammortizzatore Fox RP23 (un'altra pompa segnava una decina di psi in più, comunque l'ordine di grandezza è quello).

_Montare la molla? Salvo eventuali interferenze a livello di ingombro nessumno te lo impedisce. E' però una scelta che non farei assolutamente, dato che perderesti la progressività data dall'ammo ad aria. Come scritto nel test farei piuttosto la scelta inversa, vale a dire un ammo più progressivo.

scusami... hai ragione... peso 90 kg...un pò troppo :-)
in ogni caso grazie, nella seconda risposta mi hai fatto pensare al fatto della progressività dell'ammortizzatore ad aria maggiore di quella in un ammortizzatore a molla...non ci avevo pensato...

muldox
09-02-2011, 14:00:01
scusami... hai ragione... peso 90 kg...un pò troppo :-)

Non saprei, in effetti pesi un tot più di me.
Ti suggerisco di chiedere nella sezione di Tribe Distribution (http://www.mtb-forum.it/community/forum/forumdisplay.php?f=198), magari loro ti sanno dare maggiori indicazioni o hanno qualche cliente di peso simile al tuo a cui poter chiedere.

Teiwaz72
09-02-2011, 16:19:48
Ciao a tutti, vorrei dire la mia avendomi sciroppato la lettura di qualche decina di post su questa prova. Mi ritengo il fortunato possessore di una covert da poco meno di un anno e la ritengo una bici fantastica. Ci ho fatto salite (tante), single sia in pianura che in discesa. Questa bici mi ha talmente fatto innamorare della discesa da avermi spinto ad acquistare una bici specifica. Non vedo tutto sto menarsela sul bobbare o no. Peso la bellezza di 78-80 kg e il bobbing non mi ha mai dato fastidio più di tanto, poi ogniuno pedala a modo suo. Personalmente in salita sono un passista e non mi alzo mai sui pedali e quindi il bobbing lo sento meno di altri. Poi cmq c'è il PP e il tutto si risolve. Forse lasciare un po' da parte grafici, numeri e numeretti e guidarla un po' di più la bici no eh?
Tra l'altro ho notato una spiacevole sensazione di permalosità da parte di chi ha effettuato la prova nel rispondere a un paio di post. Premesso che la prova sia ineccepibile da un punto di vista scientifico; forse però, chi possiede la bici e ci gira regolarmente dovrebbe essere preso più in considerazione senza essere sminuito o "offeso" con aggettivi tipo "fanboys" o altro. Del resto sono convintissimo che sulla bici in questione (ma vale anche per altre prese in esame), chi la usa tutti i giorni, possa dare molto più di qualche dritta a chi effettua un test di qualche giorno su una bici che magari non riutilizzerà più. Io la ritengo una bici super valida e di cui sono pienamente soddisfatto. Chissenefrega del bobbing o di dove passano le guaine. Personalmente, ho sempre effettuato regolarmente pulizia e ingrassaggio dei cavi e il comando del mio deragliatore non è mai (e sottolineo mai) stato ne duro ne impreciso (sram x9).
Per finire dico soltanto che per effettuare una prova su un mezzo esso (non dico debba essere nuovo di zecca) ma debba almeno essere messo nelle condizioni ideali di manutenzione e di usura limitata, per non influenzarne il giudizio di guidabilità.
Questo conta soltanto, la guidabilità e il divertimento che esso dà. Personalmente reputo i grafici totalmente inutili per descrivere delle sensazioni che di per se non possono essere matematicizzate: sarebbe come voler dimostrare la bellezza e l'armonia di una sinfonia con un'ecquazione matematica; bisogna soltanto ascoltarla per giudicarla.
Ciao a tutti

azuma
09-02-2011, 16:41:42
perdonami teiwaz, ma nn sono d'accordo con te riguardo a chi fa il test: a mio parere è più giusto che si esprima qualcuno che non usa la bici del test proprio perchè come sottolinei si è di parte (e lo sarei anch'io anche se utlizzo la covert da solo un mese).
Siceramente il test mi ha ribadito molte sensazioni che anch'io avevo avuto e che mi confermano che la covert sia un gran mezzo, poi ovvio che su alcune cose nn vi sia perfetto riscontro, tuttavia in 20 anni di mtb e telai di ogni tipo un passaggio cavi così è la prima volta che mi capita

marco
09-02-2011, 16:44:42
Ciao a tutti, vorrei dire la mia avendomi sciroppato la lettura di qualche decina di post su questa prova. Mi ritengo il fortunato possessore di una covert da poco meno di un anno e la ritengo una bici fantastica. Ci ho fatto salite (tante), single sia in pianura che in discesa. Questa bici mi ha talmente fatto innamorare della discesa da avermi spinto ad acquistare una bici specifica. Non vedo tutto sto menarsela sul bobbare o no. Peso la bellezza di 78-80 kg e il bobbing non mi ha mai dato fastidio più di tanto, poi ogniuno pedala a modo suo. Personalmente in salita sono un passista e non mi alzo mai sui pedali e quindi il bobbing lo sento meno di altri. Poi cmq c'è il PP e il tutto si risolve. Forse lasciare un po' da parte grafici, numeri e numeretti e guidarla un po' di più la bici no eh?
Tra l'altro ho notato una spiacevole sensazione di permalosità da parte di chi ha effettuato la prova nel rispondere a un paio di post. Premesso che la prova sia ineccepibile da un punto di vista scientifico; forse però, chi possiede la bici e ci gira regolarmente dovrebbe essere preso più in considerazione senza essere sminuito o "offeso" con aggettivi tipo "fanboys" o altro. Del resto sono convintissimo che sulla bici in questione (ma vale anche per altre prese in esame), chi la usa tutti i giorni, possa dare molto più di qualche dritta a chi effettua un test di qualche giorno su una bici che magari non riutilizzerà più. Io la ritengo una bici super valida e di cui sono pienamente soddisfatto. Chissenefrega del bobbing o di dove passano le guaine. Personalmente, ho sempre effettuato regolarmente pulizia e ingrassaggio dei cavi e il comando del mio deragliatore non è mai (e sottolineo mai) stato ne duro ne impreciso (sram x9).
Per finire dico soltanto che per effettuare una prova su un mezzo esso (non dico debba essere nuovo di zecca) ma debba almeno essere messo nelle condizioni ideali di manutenzione e di usura limitata, per non influenzarne il giudizio di guidabilità.
Questo conta soltanto, la guidabilità e il divertimento che esso dà. Personalmente reputo i grafici totalmente inutili per descrivere delle sensazioni che di per se non possono essere matematicizzate: sarebbe come voler dimostrare la bellezza e l'armonia di una sinfonia con un'ecquazione matematica; bisogna soltanto ascoltarla per giudicarla.
Ciao a tutti

Questo intendo con fanboyz, grazie.

marco
PS: rileggi il test per capire cosa hanno detto i tester, non mi sembra che abbiano detto che la bici faccia schifo.

Mòlle
09-02-2011, 16:56:59
Questo intendo con fanboyz, grazie.

marco
PS: rileggi il test per capire cosa hanno detto i tester, non mi sembra che abbiano detto che la bici faccia schifo.
Anche perché mi pare di ricordare che Andrea ci abbia vinto il superenduro.

muldox
09-02-2011, 18:11:45
Ciao a tutti, vorrei dire la mia avendomi sciroppato la lettura di qualche decina di post su questa prova. Mi ritengo il fortunato possessore di una covert da poco meno di un anno e la ritengo una bici fantastica. Ci ho fatto salite (tante), single sia in pianura che in discesa. Questa bici mi ha talmente fatto innamorare della discesa da avermi spinto ad acquistare una bici specifica. Non vedo tutto sto menarsela sul bobbare o no. Peso la bellezza di 78-80 kg e il bobbing non mi ha mai dato fastidio più di tanto, poi ogniuno pedala a modo suo. Personalmente in salita sono un passista e non mi alzo mai sui pedali e quindi il bobbing lo sento meno di altri. Poi cmq c'è il PP e il tutto si risolve...

Premesso che nessuno ti ha obbligato a "sciropparti" le decine di post, qua nessuno se la mena più del dovuto per il bobbing, semplicemente diciamo le cose come stanno. I test servono a quello, te l'aveva mai detto nessuno?
Comunque, nel caso tu avessi letto anche il test, avrai notato che non abbiamo dato eccessivo peso alla cosa, vista la tipologia di bici e la presenza del PP.


...Forse lasciare un po' da parte grafici, numeri e numeretti e guidarla un po' di più la bici no eh?...

Le bici le guidiamo eccome, stai tranquillo. I numeri e numeretti possono in ogni caso dire molto più di quel che tu creda, basta avere voglia, tempo e capacità di leggerli. Si tratta comunque di una "integrazione" al test e sicuramente non hanno la pretesa di sostituirlo (ma non mi pare che ci siano solo i grafici, o sbaglio?).


......forse però, chi possiede la bici e ci gira regolarmente dovrebbe essere preso più in considerazione senza essere sminuito o "offeso" con aggettivi tipo "fanboys" o altro. Del resto sono convintissimo che sulla bici in questione (ma vale anche per altre prese in esame), chi la usa tutti i giorni, possa dare molto più di qualche dritta a chi effettua un test di qualche giorno su una bici che magari non riutilizzerà più...

Forse dovresti leggere con attenzione certi interventi prima di accusare noi di permalosità. I contributi di tutti sono sempre ben accetti e costituiscono un valore aggiunto (se così non fosse ci basterebbe chiudere il topic una volta pubblicato il test), ma quando assumono certi toni si beccano la risposta che si meritano. Il tuo appartiene alla categoria, ma i fanboy troppo spudorati ormai mi suscitano più ilarità che stizza :rosik:
Per la cronaca: la bici l'abbiamo ricevuta attorno al 20 dicembre e restituita gli ultimi giorni di gennaio. Considerando che, tempo permettendo, facciamo almeno tre/quattro uscite a settimana, direi che è stata provata per più di qualche giorno.

....Chissenefrega del bobbing o di dove passano le guaine....

Va beh, questo si commenta da sè...

........Per finire dico soltanto che per effettuare una prova su un mezzo esso (non dico debba essere nuovo di zecca) ma debba almeno essere messo nelle condizioni ideali di manutenzione e di usura limitata, per non influenzarne il giudizio di guidabilità....

I mezzi li proviamo nelle condizioni in cui ci giungono. Anzi, spesso ci mettiamo pure a fare della manutenzione che non ci compete.
Nel caso specifico della Covert avremmo tranquillamente potuto proseguire il test con l'ammo montato in origine, tanto per farti un esempio, o magari non regolare la posizione del deragliatore.
Sempre se hai letto il test, avrai comunque notato che è stato specificato che le guaine avevano alle spalle qualche mese di lavoro.

....Personalmente reputo i grafici totalmente inutili per descrivere delle sensazioni che di per se non possono essere matematicizzate...

Te l'ho già detto: prenditi tempo e voglia di leggerli e vedrai che diranno molto più di quel che credi.

Messaggio ad altri eventuali fanboys: fate almeno la cortesia di leggere con attenzione il test prima di intervenire a testa bassa, perchè certi interventi arrecano più danno che giovamento all'immagine della bici in questione.
Non è infatti scritto da nessuna parte che la Covert non è una buona bici, ma semmai il contrario.

stilgar
09-02-2011, 18:40:37
Originalmente inviato da Teiwaz72
...Forse lasciare un po' da parte grafici, numeri e numeretti e guidarla un po' di più la bici no eh?...

penso che le bici le guidino...e penso che la professionalità dei test di questo forum esca proprio dal fatto che vengano criticate, in maniera costruttiva, tutti i possibili difetti di una bici...

la bici bobba? è un dato oggettivo, che diventa soggettivo a seconda di chi la utilizza...

i passacavi li hanno messi a pene di segugio? è un dato oggettivo che è utile sapere, e non solo all'utente finale...magari chi importa transition potrà sollevare il problema con la casa madre e magari verranno fatti gli aggiustamenti del caso...altrimenti se vale la regola che quello che ho comprato io è quello più bello ed è immune da difetti, non ci saranno mai evoluzioni...

detto questo, io dal test leggo che la bici male non va, anzi...

Zergio
09-02-2011, 18:54:41
..............Personalmente reputo i grafici totalmente inutili per descrivere delle sensazioni che di per se non possono essere matematicizzate: sarebbe come voler dimostrare la bellezza e l'armonia di una sinfonia con un'ecquazione matematica; bisogna soltanto ascoltarla per giudicarla.
Ciao a tutti
personalmente....
per fortuna chi progetta bici qualche conto lo fa prima di costruire il prototipo.

ciao

alexx89
09-02-2011, 19:01:29
Quello che mi chiedo è: perchè tutte ste menate? I tester hanno detto che la sospensione bobba e i passacavi non sono il meglio. Capisco che si possa lamentare Tribe perchè a differenza delle riviste qui non dicono che tutto va bene (ma non ho letto interventi di andrea bruno per confutare quanto detto dai tester), quello che non capisco è che si lamentino i possessori. Cosa vi cambia? la bici l'avete? siete convinti che sia il meglio, e allora? Avete paura che questo test riduca il valore della bici per una vendita futura? Secondo me si sta parlando di aria fritta, il test c'è e come sempre è fatto bene. poi sta all'intelletto di ognuno capire quando c'è scritto...
Per chi ha detto che le bici vanno testate da nuove posso essere d'accordo ma in questo caso è l'importatore che l'ha mandata in test "usata".
Per quanto riguarda che sostiene che i grafici siano inutili credo che sia un pò come la volpe e l'uva...
io trovo che il test offre vari spunti per discutere,sicuramente molto più costruttivi e utili piuttosto che continuare a discutere all'infinito di come la bici bobbi o meno

alexx89
09-02-2011, 19:03:51
sarebbe come voler dimostrare la bellezza e l'armonia di una sinfonia con un'ecquazione matematica; bisogna soltanto ascoltarla per giudicarla.
Ciao a tutti

OT: è stato fatto.:celopiùg:

TRIBE Distribution
09-02-2011, 21:48:00
Buona sera a tutti,

è qualche giorno che leggiamo con attenzione i numerosi interventi.

Innanzitutto grazie a MTB-Forum e a chi ci ha dato l'opportunità di mettere alla prova la ns bici, perchè intanto questo ci permette di farla conoscere e di farne parlare.

Bici perfette non ne esistono quindi è normale che un test risulti in pregi e difetti.

TRIBE è una azienda dove prima di tutto circolano attrezzi, fango, caschi, gomme. Una domenica si e l'altra anche siamo in bici, a gareggiare, a fare foto, video, corsi e test.

Per questo siamo i primi tester dei nostri prodotti e come tali non esitiamo a criticarli e a trovare i punti migliorabili, e quindi li conosciamo prima ancora dei tester perchè li tocchiamo con mano e proviamo sul campo.

Il nostro ruolo, qui, cambia e diventa quello di partner commerciali dei nostri marchi e quindi i difetti non solo li critichiamo ma li evidenziamo alle persone con cui ogni giorno portiamo avanti il nostro progetto per avere un prodotto migliore sotto diversi punti di vista.

Detto questo, io personalmente rispetto quello che è stato scritto e credo che il risultato del test rispecchi piuttosto bene quello che è la Covert.
Non credo sia corretto da parte degli utenti "giudicare" determinate considerazioni dei tester e idem dei tester non accettare pareri diversi dal loro.

Questo però esula dal discorso Covert, è più una considerazione generale e del tutto personale.

A me piace parlare di sostanza e non di teorie... quindi mi permetto alcune puntualizzazioni sui punti salienti discussi fin qui tanto per dire la mia:

1) La bici che è stata fornita per il test era si usata, nel senso di "non appena scartata", ma in perfetto ordine di manutenzione. Io stesso ci ho girato pochi giorni prima di spedirla e per me era perfetta.
Purtroppo siamo una piccola azienda e dobbiamo fare di necessità virtù, ma non siamo sprovveduti percui non abbiamo fornito una bici che non potesse essere significativa per un test.

2) PASSAGGIO CAVI: Come correttamente evidenziato dai tester, il passaggio cavi è uno dei "difetti" di questo telaio. Sicuramente in Transition ne sono consapevoli e provvederanno a migliorare anche questo aspetto.

Le guaine in effetti avevano già un tot di uscite. Complice il fatto che in quell'ultima giornata in cui l'ho usata sono solo "sceso", forse non mi sono accorto della necessità di sostituirle.

Con questo passaggio cavi questa bici ha vinto 8 gare, quindi sorrido all'idea che qualuno pensi che non si potrà avere un normale funzionamento del cambio.
A onor del vero, è probabile che rispetto ad un passaggio migliore, questo richieda una manutenzione più frequente per ottenere sempre il massimo.
Durante la stagione ho provveduto alla normale manutenzione guaine e regolazione del cambio e non ho mai avuto problemi.

3) FUNZIONAMENTO: riguardo il funzionamento del carro mi sono trovato in leggero disaccordo con i tester, e ne abbiamo tranquillamente parlato in un piacevole scambio di idee al telefono con Muldox, senza battibecchi o sarcasmi che qui la fanno da padrone...
Io personalmente non ho mai avuto questa sensazione di "limite" sui finecorsa, anzi... il contrario... questo telaio, rispetto ad altri avuti in precedenza che avrebbero dovuto rivelarsi migliori sotto questo aspetto, mi ha sempre fornito grande sicurezza all'atterraggio di salti anche importanti, e ho sempre avuto l'impressione di avere ben più di 155mm di escursione.

4) BOBBING: si, come molte altre bici da 160mmm in su, se ci si alza in piedi può bobbare. Di più se si usano tarature più morbide, di meno se più rigide.
Questo non fà di una bici la migliore o la peggiore.
Da rider, di una bici come questa, mi interessa molto di più che funzioni bene in discesa ... anche considerato che oltre il 90% del tempo in cui la pedalo sto seduto e in questo caso non bobba ovviamente.


5) AMMO MOLLA: conosco una persona, che di sospensioni se ne intende (DB Bike - Salò), che lo usa con un ammo a molla preparato da lui stesso ed è 6 mesi che mi chiama per farmelo provare...perchè ne è gasatissimo

6) FORKA: anche se non centra con la bici, vorrei dire che la forka che era sulla bici test è quella con cui ho corso tutto il circuito Enduro.
Si tratta di una forka che lavora esattamente come deve lavorare una forka per una bici che comunque in discesa si vuole guidare.

Forse non ho capito bene cosa intendeva Muldox, anche perchè di questo non abbiamo parlato, ma se intendevi che nell'ultima fase di corsa indurisce, quasi a non permettere di raggiungere il fine corsa allora si, è cosi.

Non so dire se più o meno influenzato dai miei setting personali o dalla natura della forka in sè...

Per me così deve lavorare (usata Sabato dopo averla ricevuta senza cambiare regolazioni .... ero curioso di vedere come avevate settato la bici ;-) )

7) La Covert accetta perno passante 135x10mm anche se, dinuovo per badare alla sostanza, io ci ho corso tutta la stagione con il QR e non ho mai sentito l'esigenza di usare un PP.


Spero di aver dato qualche spunto utile.

Per domande e curiosità sono sempre a disposizione.

Per chi fosse interessato abbiamo alcune bici test (usate...non ne scarto una nuova per ogni nuovo tester ;-) ) e basta che ci contattiate per organizzare una prova.

A breve uscirà una campagna promozionale per chi fosse interessato all'acquisto e volesse regalarsi un corso con il sottoscritto. Stay Tuned su www.tribedistribution.com (http://www.tribedistribution.com)

Una info:

Solo Telaio con RP23 - 1690€
Bici Kit Rando: gruppo X7, forka 55 TST2 Air - 3440€
BIci kit Super: gruppo X9, forka 55 RC3 Ti - 4370€

Buona notte
Andrea Bruno

muldox
10-02-2011, 09:10:33
...Innanzitutto grazie a MTB-Forum e a chi ci ha dato l'opportunità di mettere alla prova la ns bici, perchè intanto questo ci permette di farla conoscere e di farne parlare...

Con 1825 visualizzazioni in tre giorni credo si possa essere tutti soddisfatti da questo punto di vista. Voi per i motivi che hai detto, noi perchè fa piacere quando un test suscita interesse.

...Non credo sia corretto da parte degli utenti "giudicare" determinate considerazioni dei tester e idem dei tester non accettare pareri diversi dal loro....

I pareri dei forumendoli, come già detto, sono considerati un valore aggiunto nei nostri test. Quando però suonano come provocazioni la storia cambia. Credo che neppure tu saresti troppo contento se qualcuno ti invitasse a non pestare sui pedali come un asino, a non attenderti un carro fermo se pedali come un cinghiale o ad andare più in bici e sprecare minor tempo con i numeri.
Ma lasciamo perdere ste stupidate e parliamo di qualcosa di più concreto...



1) La bici che è stata fornita per il test era si usata, nel senso di "non appena scartata", ma in perfetto ordine di manutenzione. Io stesso ci ho girato pochi giorni prima di spedirla e per me era perfetta.
Purtroppo siamo una piccola azienda e dobbiamo fare di necessità virtù, ma non siamo sprovveduti percui non abbiamo fornito una bici che non potesse essere significativa per un test.

2) PASSAGGIO CAVI: Come correttamente evidenziato dai tester, il passaggio cavi è uno dei "difetti" di questo telaio. Sicuramente in Transition ne sono consapevoli e provvederanno a migliorare anche questo aspetto.

Le guaine in effetti avevano già un tot di uscite. Complice il fatto che in quell'ultima giornata in cui l'ho usata sono solo "sceso", forse non mi sono accorto della necessità di sostituirle.

Con questo passaggio cavi questa bici ha vinto 8 gare, quindi sorrido all'idea che qualuno pensi che non si potrà avere un normale funzionamento del cambio.
A onor del vero, è probabile che rispetto ad un passaggio migliore, questo richieda una manutenzione più frequente per ottenere sempre il massimo.
Durante la stagione ho provveduto alla normale manutenzione guaine e regolazione del cambio e non ho mai avuto problemi.

3) FUNZIONAMENTO: riguardo il funzionamento del carro mi sono trovato in leggero disaccordo con i tester, e ne abbiamo tranquillamente parlato in un piacevole scambio di idee al telefono con Muldox, senza battibecchi o sarcasmi che qui la fanno da padrone...
Io personalmente non ho mai avuto questa sensazione di "limite" sui finecorsa, anzi... il contrario... questo telaio, rispetto ad altri avuti in precedenza che avrebbero dovuto rivelarsi migliori sotto questo aspetto, mi ha sempre fornito grande sicurezza all'atterraggio di salti anche importanti, e ho sempre avuto l'impressione di avere ben più di 155mm di escursione.

4) BOBBING: si, come molte altre bici da 160mmm in su, se ci si alza in piedi può bobbare. Di più se si usano tarature più morbide, di meno se più rigide.
Questo non fà di una bici la migliore o la peggiore.
Da rider, di una bici come questa, mi interessa molto di più che funzioni bene in discesa ... anche considerato che oltre il 90% del tempo in cui la pedalo sto seduto e in questo caso non bobba ovviamente.


5) AMMO MOLLA: conosco una persona, che di sospensioni se ne intende (DB Bike - Salò), che lo usa con un ammo a molla preparato da lui stesso ed è 6 mesi che mi chiama per farmelo provare...perchè ne è gasatissimo

6) FORKA: anche se non centra con la bici, vorrei dire che la forka che era sulla bici test è quella con cui ho corso tutto il circuito Enduro.
Si tratta di una forka che lavora esattamente come deve lavorare una forka per una bici che comunque in discesa si vuole guidare.

Forse non ho capito bene cosa intendeva Muldox, anche perchè di questo non abbiamo parlato, ma se intendevi che nell'ultima fase di corsa indurisce, quasi a non permettere di raggiungere il fine corsa allora si, è cosi.

Non so dire se più o meno influenzato dai miei setting personali o dalla natura della forka in sè...

Per me così deve lavorare (usata Sabato dopo averla ricevuta senza cambiare regolazioni .... ero curioso di vedere come avevate settato la bici ;-) )

7) La Covert accetta perno passante 135x10mm anche se, dinuovo per badare alla sostanza, io ci ho corso tutta la stagione con il QR e non ho mai sentito l'esigenza di usare un PP...

Rispondo per punti, così faccio prima:

1) Noi non abbiamo sollevato alcun problema da quel punto di vista, come ben sai dallo scambio di mail. Nel test abbiamo scritto per dovere di cronaca che l'ammo aveva dei problemi, così come è stato scritto che ce ne avete mandato uno nuovo che era OK (a proposito, hai poi provato quello montato in origine?). Il deragliatore era di fatto posizionato in modo che interferisse con il 22, ma è bastato alzarlo un pelo e amen. Per quanto riguarda le guaine i comandi erano oggettivamente duri da azionare. Se hai provato la bici una volta che ti è tornata avrai verificato tu stesso.
Si tratta comunque di "non problemi" per quanto ci riguarda, visto che abbiamo trovato totale collaborazione quando e dove richiesta (mi riferisco all'ammortizzatore). Se rileggi il topic vedrai che non siamo certo stati noi a lamentarci in tal senso.

2) Vedo che siamo sostanzialmente d'accordo

3) Ripeto quel che già ti dissi al telefono e che mi pare di aver scritto anche nel test: finecorsa "violenti" non ne abbiamo mai percepiti, ma che sia facile sfruttare tutto il travel l'abbiamo appurato in svariate circostanze (d'altro canto non c'è nulla da inventarsi, dato che basta vedere dove arriva l'O-ring posizionato sullo stelo dell'ammo). Che il travel "percepito" in termini di prestazioni sia anche superiore a quello reale (che fra l'altro non arriva neppure a 150 mm) è un'altra cosa su cui concordiamo e che è stata scritta nel test.

4) D'accordo con te (nel test credo siamo stati chiari in proposito).

5) Non so, la cosa mi incuriosisce e bisognerebbe vedere in che modo è stato preparato l'ammo. Che un ammo a molla sia tendenzialmente più lineare di uno ad aria è comunque un dato di fatto, e sulla carta non dovrebbe essere l'ideale per la Covert. Se ricordi Transition stessa dice nella mail che mi hai girato che un ammo ad aria si sposa perfettamente al carro della Covert proprio per via della sua progressività (dell'ammo).

6) Sì, intendo dire che diventa estremamente progressiva a circa 3/4 di corsa. Se si carica un po' d'aria la cosa è meno percepibile in quanto la forcella è più "sostenuta" anche nella prima parte di travel, se invece la si lascia sgonfia si ha più la sensazione di "muro". Per questo io mi sono trovato bene caricandola un po'.
Una curiosità: quando l'hai provata c'era ancora aria? Te lo chiedo perchè ho avuto la sensazione che la valvola perdesse leggermente (ma non ne sono certo).

7) Sono d'accordo, non è il PP posteriore a cambiare il mondo. Visto però che non presenta praticamente controindicazioni...perchè no?

solid gas
10-02-2011, 12:51:50
che 3d interessante e che nel bene e nel (per niente ) male , sviscera parecchi punti.
Comunque a conti fatti, nessuno ha detto cha il mezzo fa schifo o ha riportato considerazioni paticolarmente negative.

come gia scritto in post di mesi prima, sono stradaccordo con Bruno, che il carro sembra avere molti piu mm di quelli effettivi.

Bruno , una domanda sulla forka. a quanto pompi ? io saro a circa 0.3-0.5 bar. mooolto al di sotto di quello ammissibile da marzocchi per il mio peso heavy !

grazie

giobiker
10-02-2011, 14:13:27
:-)...ot: muldox, a volte sembri più permaloso di una moglie...ti senti punzecchiato anche da frasi/parole scritte per autoironia o ilare esempio...

muldox
10-02-2011, 14:42:17
:-)...ot: muldox, a volte sembri più permaloso di una moglie...ti senti punzecchiato anche da frasi/parole scritte per autoironia o ilare esempio...

OT (credo di poco interesse per chi vuol sapere come va la Covert): è vero, chi mi conosce personalmente sa benissimo che non brillo per autoironia e mi prendo sempre terribilmente sul serio (questa risposta lo dimostra).

Mòlle
10-02-2011, 15:32:16
OT (credo di poco interesse per chi vuol sapere come va la Covert): è vero, chi mi conosce personalmente sa benissimo che non brillo per autoironia e mi prendo sempre terribilmente sul serio (questa risposta lo dimostra).
Il riconoscerlo ti fa comunque onore. Complimenti ancora per il test.

Ser pecora
10-02-2011, 15:35:01
:-)...ot: muldox, a volte sembri più permaloso di una moglie...ti senti punzecchiato anche da frasi/parole scritte per autoironia o ilare esempio...

Mai ironizzare con lo Sheriffo! :il-saggi:

Io l'ho fatto e ne porto ancora i traumi:

http://www.mtb-forum.it/community/photoalbum/data/947/medium/screzio.JPG
:smile::smile::smile:

marco
10-02-2011, 16:01:20
Con 1825 visualizzazioni in tre giorni credo si possa essere tutti soddisfatti da questo punto di vista.

Mi dispiace contraddirti caro il mio obeso e permaloso tester, ma alle visualizzazioni che vedi qui sul forum devi aggiungere quelle della Home, che al momento sono 2426 http://www.mtb-forum.it/transition-covert/ :rosik:

Comunque adesso ho trovato un sistema per creare un numero unico (addendo i due), così non mi cadi più in questi errori da moglie viziata :arrabbiat:

muldox
10-02-2011, 16:13:02
Mi dispiace contraddirti caro il mio obeso e permaloso tester, ma alle visualizzazioni che vedi qui sul forum devi aggiungere quelle della Home, che al momento sono 2426 http://www.mtb-forum.it/transition-covert/ (http://www.mtb-forum.it/transition-covert/) :rosik:

Comunque adesso ho trovato un sistema per creare un numero unico (addendo i due), così non mi cadi più in questi errori da moglie viziata :arrabbiat:

Ohibò, dunque 2426 + 2081 = 4507 visualizzazioni (ho sta fissa per i numeri, è più forte di me :-()

Mòlle
10-02-2011, 16:29:11
Ohibò, dunque 2426 + 2081 = 4507 visualizzazioni (ho sta fissa per i numeri, è più forte di me :-()
Posso giocarli al superenalotto a due a due? :smile:

Federico FVG
10-02-2011, 16:45:11
Chissenefrega del bobbing o di dove passano le guaine....

Un tester se ne deve fregare, poi sta al singolo chiedere chiarimenti e giudicare quanto gliene frega del bobbing e di dove passano le guaine

Per finire dico soltanto che per effettuare una prova su un mezzo esso (non dico debba essere nuovo di zecca) ma debba almeno essere messo nelle condizioni ideali di manutenzione e di usura limitata, per non influenzarne il giudizio di guidabilità.

Beh, se la bici personale di Andrea Bruno, il vincitore del SuperEnduro 2010, non è montata per esprimere al massimo il potenziale del mezzo... Mi pare una garanzia di qualità e razionalità della scelta dei componenti! Oltretutto dicono subito che la bici era già usata.

Questo conta soltanto, la guidabilità e il divertimento che esso dà. Personalmente reputo i grafici totalmente inutili per descrivere delle sensazioni che di per se non possono essere matematicizzate: sarebbe come voler dimostrare la bellezza e l'armonia di una sinfonia con un'ecquazione matematica; bisogna soltanto ascoltarla per giudicarla.

Sì vabbè allora non facciamo alcun test e descriviamo solo sensazioni e passioni... I grafici una volta spiegati aiutano a confrontare due bici tanto quanto le sensazioni descritte se non di più. Io come tutti all'inizio non ci capivo niente di interasse, angolo di sterzo, angolo di sella ecc. ma col tempo ho imparato a capire quanto sia importante la geometria. Se poi tu ti fidi a comprare una bici a scatola chiusa senza conoscerne i dati geometrici e cinematici perché un tester dice di avere raggiunto il Nirvana guidandola... beh buon per te!!! io preferisco basarmi sia sulle sensazioni che sui dati

In Italia ci sarebbe bisogno di concentrarsi un po' meno sulle emozioni e un po' di più sui dati e questo vale sia nelle bici che nella società.... Per il resto, buoni giri con la tua Covert che reputo una bici molto interessante e con un ottimo rapporto qualità/prezzo, cosa evidenziata guarda caso anche nel test!!

Se volete vedere la bici del test portata al limite, datevi un'occhio al video di Andrea...

Ma quanto viaggia??? Impressionante, fa restare a bocca aperta (specie il primo pezzo al rallentatore dove supera 2 scalini di roccia saltando, davvero impressionante.... ma che combina se gli si dà in mano una DH??????)

Teiwaz72
10-02-2011, 17:33:49
Innanzi tutto rispondo una sola volta per tutti. Non mi pare nè di avere utilizzato termini offensivi nè di avere attaccato il test (se qualcuno si fosse preso la briga di leggere tutto e bene avrebbe letto che ho scritto parole di elogio del test in questione), chi avesse dei dubbi lo invito ad andare a rileggersi il mio post.
Io ho solo scritto per rispondere a certi commenti scritti da alcuni (compreso il tester) che non mi sentivo di condividere e mi sono sentito in diritto (vivendo in un paese democratico) di dire anche la mia opinione, da esercente del prodotto in prova. Se a qualcuno non fosse andato giù quello che ho scritto (sempre peraltro senza quotare nessuno e sempre nella frangia dell'educazione e del rispetto della persona) beh, è solo e soltanto un problema suo.
Poi ringrazio le persone che hanno valutato bene di attaccarmi a suon di "bad" sulla mia reputazione che era rimasta immacolata fino ad oggi (un motivo ci sarà pur stato). Per tanto a malincuore ho deciso di restituire pan per focaccia... Intanto io ci ho messo la faccia, dicendo più o meno quello che ha pure detto Andrea Bruno sulle sensazioni... E' vero che il test non ha dato eccessivo peso a certi parametri; infatti io ho risposto ai vari post che hanno posto il problema.
Per concludere dico soltanto che pur rispettando le altrui opinioni, ribadisco che certe persone dovrebbero fare un sano bagno di umiltà e capire che dalle critiche si cresce (ed è intelligente a volte distingurere tra ironia/sarcarsmo e malizia e stroncatura). Sono un Fanboyz? Beh è un'opinione di chi l'ha scritto, ma consentitemi di ridere di quest'affermazione....
Ora potete attaccare impunemente la mia reputazione perchè la penso in maniera diversa...

andre77
10-02-2011, 18:50:19
dare reputazioni negative per ripicca non mi sembra in assoluto la soluzione migliore. Contento tu...

mxl
10-02-2011, 18:58:42
Ma quanto viaggia??? Impressionante, fa restare a bocca aperta (specie il primo pezzo al rallentatore dove supera 2 scalini di roccia saltando, davvero impressionante.... ma che combina se gli si dà in mano una DH??????)

Ho avuto la sensazione che il video fosse leggermente accelerato... ma forse e' solo la mia invidia del suo manico :medita:

andre77
10-02-2011, 19:12:22
Ho avuto la sensazione che il video fosse leggermente accelerato... ma forse e' solo la mia invidia del suo manico :medita:


mi pare che ne avessero già parlato... assolutamente reale

Mòlle
10-02-2011, 19:52:03
Innanzi tutto rispondo una sola volta per tutti. Non mi pare nè di avere utilizzato termini offensivi nè di avere attaccato il test (se qualcuno si fosse preso la briga di leggere tutto e bene avrebbe letto che ho scritto parole di elogio del test in questione), chi avesse dei dubbi lo invito ad andare a rileggersi il mio post.
Io ho solo scritto per rispondere a certi commenti scritti da alcuni (compreso il tester) che non mi sentivo di condividere e mi sono sentito in diritto (vivendo in un paese democratico) di dire anche la mia opinione, da esercente del prodotto in prova. Se a qualcuno non fosse andato giù quello che ho scritto (sempre peraltro senza quotare nessuno e sempre nella frangia dell'educazione e del rispetto della persona) beh, è solo e soltanto un problema suo.
Poi ringrazio le persone che hanno valutato bene di attaccarmi a suon di "bad" sulla mia reputazione che era rimasta immacolata fino ad oggi (un motivo ci sarà pur stato). Per tanto a malincuore ho deciso di restituire pan per focaccia... Intanto io ci ho messo la faccia, dicendo più o meno quello che ha pure detto Andrea Bruno sulle sensazioni... E' vero che il test non ha dato eccessivo peso a certi parametri; infatti io ho risposto ai vari post che hanno posto il problema.
Per concludere dico soltanto che pur rispettando le altrui opinioni, ribadisco che certe persone dovrebbero fare un sano bagno di umiltà e capire che dalle critiche si cresce (ed è intelligente a volte distingurere tra ironia/sarcarsmo e malizia e stroncatura). Sono un Fanboyz? Beh è un'opinione di chi l'ha scritto, ma consentitemi di ridere di quest'affermazione....
Ora potete attaccare impunemente la mia reputazione perchè la penso in maniera diversa...

Permettimi, in pieno OT, di farti notare che se scrivi frasi come queste:

Forse lasciare un po' da parte grafici, numeri e numeretti e guidarla un po' di più la bici no eh?


pur non avendo, tu, usato parolacce questa affermazione può risultare offensiva per il soggetto a cui è rivolta visto che lo tacci di superficialità e lo fai in maniera peraltro gratuita.

Inoltre,e te lo dico in maniera bonaria quasi da amico pur non conoscendoti, vorrei farti notare che un paese è democratico quando anche gli altri sono liberi di non condividere le tue idee come tu puoi non condividere le loro, ergo se critichi gli altri, più o meno pacatamente, devi saper accettare le critiche altrui.

Ciao, Marco.

Federico FVG
10-02-2011, 22:02:27
Io dal momento che c'è uso lo strumento della reputazione del singolo messaggio e naturalmente accetto che venga usato anche per i miei messaggi. Nel momento in cui uno prende posizioni forti si espone alla critica, mi pare normale. E poi, francamente, sono ben altri i contesti in cui ci tengo a salvaguardare la mia reputazione :)

Per il video, a me non ha dato l'impressione di essere accellerato guardando i movimenti del corpo.... e in effetti non è così, il che lo rende definitivamente impressionante!!! Che scheggia ragazzi, non posso immaginare promozione migliore per la Covert :)!!!

il solitario
12-02-2011, 06:23:57
Mai ironizzare con lo Sheriffo! :il-saggi:

Io l'ho fatto e ne porto ancora i traumi:

http://www.mtb-forum.it/community/photoalbum/data/947/medium/screzio.JPG
:smile::smile::smile:

:smile::smile::smile::smile::smile:

solid gas
12-02-2011, 07:57:58
Sto provando con soddifazione la marz55 ti. e in configurazione livelli lio originali da casa madre, non mura .
per farla murare, in versine originale, nella parte finale, ci devi sparare dentro almeno 1bar di aria.
Oppure come sospettato ( da chi ? ) hanno aggiunto olio nello stelo.

io , nelle situazioni piu hard, lho gia portata piu volte, al limite della corsa, senza mai fondocorsa stock !
Bruno lo conosco ed è piu leggero di me. se come dite la sua forka mura, o va giu a velocità supersoniche ( vero) ma in modo ignorante e pesante (falso) e dunque potrebbe avere bisogno di molto sostegno ,
oppure vi sta prendendo in giro ( forse ) :hahaha::hahaha::hahaha::hahaha:

muldox
12-02-2011, 08:47:04
...per farla murare, in versine originale, nella parte finale, ci devi sparare dentro almeno 1bar di aria.
Oppure come sospettato ( da chi ? ) hanno aggiunto olio nello stelo.

io , nelle situazioni piu hard, lho gia portata piu volte, al limite della corsa, senza mai fondocorsa stock !...

Fondocorsa mai neppure noi, per i motivi detti sinora. Cosa intendi con limite della corsa?
Andrea non ha detto di aver aggiunto olio, quindi immagino non l'abbia fatto. Non è neppure da escludere che in certi esemplari vi sia più olio che in altri. E' una cosa che in passato talvolta capitava con Marzocchi, ma ovviamente è una semplice ipotesi verificabile solamente aprendo due forcelle dal comportamento diverso (ammesso che il comportamento sia veramente diverso e non si tratti solamente di intendersi.....o fraintendersi).

Per il resto, come già scritto io mi sono trovato meglio caricando un po' d'aria che lasciandola totalmente scarica:

...intendo dire che diventa estremamente progressiva a circa 3/4 di corsa. Se si carica un po' d'aria la cosa è meno percepibile in quanto la forcella è più "sostenuta" anche nella prima parte di travel, se invece la si lascia sgonfia si ha più la sensazione di "muro". Per questo io mi sono trovato bene caricandola un po'....

Per quanto la lettura di pressioni così basse possa essere attendibile su una pompa ad alta pressione per ammo, non sono comunque mai andato oltre 1-2 bar.
Qui però le discese sono mediamente piuttosto ripide e spesso ben scassate. Magari su altri tipi di terreno varrebbe la pena caricare meno aria per sfruttare ancora meglio la sensibilità sulle piccole asperità.

EDIT: sarebbe però meglio discutere di tutto ciò nella sezione sospensioni, altrimenti questo diventa un topic sulla Marza 55 anzichè sul Covert.

azuma
15-02-2011, 18:23:03
lasciando la guaina del cambio post un pò più lasca nel passaggio sotto il mov centrale il problema di regolazione del cambio che accennavo qualche post prima, è sparito.

xVALERIOx
26-02-2011, 13:59:47
tornando in tread........io sono un ''fanboyz'':smile:di specialized.....ho sempre avuto specy x che' mi son trovato troppo bene....ma devo veramente dire che questa covert e' stupenda...in colorazione bianco/nera ancor di piu', un ragazzo dalle mie parti ( e' anche qui sul forum, ma non lo cito x privacy) l'ha presa i primi di gennaio, e le sue impressioni sono ottime verso la covert, sia in salita , che in discesa, lui viene da una enduro 09, e dice che con la covert sta' scoprendo un lato che a lui era prima sconosciuto, in fatto di discesa....
complimenti a tribe x l'intervento, e x la serieta' che ha dato nelle risposte,
complimenti alla covert , e complimenti a chi ce' l'ha....

bighit_73
10-04-2011, 15:39:15
perdonate l'estrema ignoranza ma...
"...sui drop il fondocorsa è facilmente in agguato....Transition dichiara espressamente che la linearità del carro si abbina perfettamente ad anmmortizzatori high volume.......chi prevede frequenti passaggi in bikepark potrebbe non apprezzare la scarsa progressività della sospensione posteriore.......tale andamento porta ad una buona risposta nei rilanci in discesa ma ad un fondo corsa poco sostenuto e quindi molto facile da raggiungere.."
nel mio caso (ora utilizzo una vecchia slayer 2001 con 125 di corsa e un rapporto 125/38= 3,30 circa), montando un Fox rp2, son costretto a girare con pressioni di circa 250 psi...
in questa transition, un rp23 o meglio un dhxAir mi costringerebbero ad usare pressioni così al limite?
altra domanda "cretina"...è possibile montare il transition covert con un ammo a molla?
grazie :-)
ecco l'ammo a molla

anima.salva
12-04-2011, 23:44:37
Sto provando con soddifazione la marz55 ti. e in configurazione livelli lio originali da casa madre, non mura .
per farla murare, in versine originale, nella parte finale, ci devi sparare dentro almeno 1bar di aria.
Oppure come sospettato ( da chi ? ) hanno aggiunto olio nello stelo.

io , nelle situazioni piu hard, lho gia portata piu volte, al limite della corsa, senza mai fondocorsa stock !
Bruno lo conosco ed è piu leggero di me. se come dite la sua forka mura, o va giu a velocità supersoniche ( vero) ma in modo ignorante e pesante (falso) e dunque potrebbe avere bisogno di molto sostegno ,
oppure vi sta prendendo in giro ( forse ) :hahaha::hahaha::hahaha::hahaha:

per il tuo peso la molla standard come va?

TRIBE Distribution
05-07-2011, 10:59:06
Dopo la fantastica stagione 2010, la Covert continua a dimostrare le sue qualità sul campo.... ;-)

http://www.tribedistribution.com/archives/2159 (http://www.tribedistribution.com/archives/2159)

andre9
01-12-2011, 16:11:39
dove si trova il percorso che c'è nel video?

anthony
01-12-2011, 20:28:54
tornando in tread........io sono un ''fanboyz'':smile:di specialized.....ho sempre avuto specy x che' mi son trovato troppo bene....ma devo veramente dire che questa covert e' stupenda...in colorazione bianco/nera ancor di piu', un ragazzo dalle mie parti ( e' anche qui sul forum, ma non lo cito x privacy) l'ha presa i primi di gennaio, e le sue impressioni sono ottime verso la covert, sia in salita , che in discesa, lui viene da una enduro 09, e dice che con la covert sta' scoprendo un lato che a lui era prima sconosciuto, in fatto di discesa....
complimenti a tribe x l'intervento, e x la serieta' che ha dato nelle risposte,
complimenti alla covert , e complimenti a chi ce' l'ha....
Te credo sono due bici totalmente diverse..

xVALERIOx
02-12-2011, 20:13:57
Te credo sono due bici totalmente diverse..

beh dai, sono entrambe 2 mtb da enduro, la 2009 di specy adesso comincia ad avere un po'di anzianita'...il paragone dovrebbero farlo con la 2010 e successive....il progresso serve a questo, x migliorare ..

McFa
26-08-2012, 18:14:53
ciaooo quanto costa ???

muldox
27-08-2012, 16:18:20
ciaooo quanto costa ???

Per i listini aggiornati ti consiglio di consultare o chiedere nella sezione Tribe (http://www.mtb-forum.it/community/forum/forumdisplay.php?f=198).

Ciaooooooooo