PDA

Visualizza versione completa : Quanto rischiate sulla vostra mtb!!!!


fg773
12-05-2003, 10:55:14
Inserisco questo post dopo una riflessione, che sembra più una ricerca di attenuanti specifiche o generiche a quello che faccio in mtb, venutami dopo il rientro da uno dei miei giretti; in pratica rientrato a casa, dopo aver percorso circa 30km, ho pensato che almeno 8-9km li avevo percorsi su un sentieruccio non più largo di un paio di metri con a sinistra un volo di un 100 m(almeno credo in quanto sulla strada sottostante un autobus non era più grosso di 5-6 cm)........... insomma anche voi rischiate qualche cosa in mtb o un rischio anche grossetto rientra nei canoni generali? dai, ditemi che non sono l'unico!!!!

®evenge
12-05-2003, 11:00:27
.. io ho percorso 3-4 volte tutto il tragitto di una cava di irrigazione (circa 15km):
a sinistra cespugli a non più di 40 cm... a destra la cava (torrente artifiaciale con 4 metri d'acqua con buona corrente) a non più di 30 cm..

gioco di tensione... gioco di equilibrio... gioco da coglione.
:-P

Anonymous
12-05-2003, 11:01:24
Il rischio è la linfa vitale del mtbiking !!! :-o

bob
12-05-2003, 11:06:13
la mia voglia di "rischiare" è diminuita con l'aumentare degli anni... da poco mi sono accorto che dove anni fa passavo "agile" con la rigida, adesso passo "contratto" con la full... segno degli anni che passano? penso di si...

massimoz
12-05-2003, 11:15:45
Se non mi sento sicuro psicologicamente, certi rischi non li prendo... poi soffro di vertigini quindi... poi a volte ti capita di fare certi numeri "a caldo" ke a ripensarci non li faresti neanche se ti pagano... ma è così, è questione di momenti, decisioni prese in un istante, spesso senza pensarci su troppo!
Istinto di biker!!! 8-)

Lampo 13
12-05-2003, 12:01:34
Bisogna stabilire cosa è il rischio:
Uscire di casa, è rischioso? Potrebbe caderti una tegola in testa!
Andare in orbita con lo Shuttle, è rischioso? In fondo ne sono caduti solo due.
Con questo voglio dire che è da capire cosa si intende per "rischioso".
Io definirei rischiosa una situazione nella quale le possibiltà di fare/farsi dei danni seri sono alte, nella quale non dipende dal nostro controllo l'avvenire o meno di una disgrazia, nella quale la nostra tecnica è insufficiente a gestirla, nella quale il risultato non vale il pericolo che si corre.
Io non rischio mai, eppure sono 26 anni che volo sia da militare, sui caccia, sia da civile, su aerei di linea.

Amuro_Rey
12-05-2003, 12:08:01
Penso che nessuno prenda rischi "non" calcolati, o meglio spesso ci si accorge dei rischi corsi solamente dopo aver passato un il tratto a rischio e ci si ferma a pensare "non lo rifarò mai più ... forse", ma l'adrenalina che si prova nel fare alcuni passaggi purtroppo sono come una droga e col passare del tempo la voglia di rifarlo ci assale.
L'unica cosa è di non prendere mai troppa confidenza e di non rilassarsi mai !

Itecvu

®evenge
12-05-2003, 12:08:52
Bisogna stabilire cosa è il rischio:
Uscire di casa, è rischioso? Potrebbe caderti una tegola in testa!
Andare in orbita con lo Shuttle, è rischioso? In fondo ne sono caduti solo due.
Con questo voglio dire che è da capire cosa si intende per "rischioso".
Io definirei rischiosa una situazione nella quale le possibiltà di fare/farsi dei danni seri sono alte, nella quale non dipende dal nostro controllo l'avvenire o meno di una disgrazia, nella quale la nostra tecnica è insufficiente a gestirla, nella quale il risultato non vale il pericolo che si corre.
Io non rischio mai, eppure sono 26 anni che volo sia da militare, sui caccia, sia da civile, su aerei di linea.


quello che dici è vero.
però io considero rischio ciò che si avverte come tale... e quindi fare qualcosa con la consapevolezza di farsi del male da un momento all'altro.

kabar
12-05-2003, 12:34:37
I passaggi su creste di calanchi o in costa con parete da una parte e precipizio dall'altra sono rischi calcolati e la MENTE ti dice si o no.
E' durante una discesa ripida e tecnica con salti, pietroni ecc. che si prendono i maggiori rischi che per lo + non sono calcolati e lì si rischia veramente di farsi male.
E' qui che delle volte si dice, NON LO FARO' MAI PIU'.

BrIxMtB
12-05-2003, 13:38:35
Ke gusto c'è a fare le cose se non si rischia un pò!
:-? :-? Nel poco tempo che ho passato nel mondo della mtb mi sono accorto di una cosa: nessuno prova a fare cose che non sono nelle sue possibilità, se uno decide di fare qualcosa, anche se ci pensa e ripensa 20gg, è perchè in fondo è sicuro di riuscirci o cmq sa di avere ottime possibilità!

avian
12-05-2003, 13:47:49
Una volta rischiavo di più, adesso il rischio vedo di evitarlo accuratamente anche se è impossibile eliminarlo del tutto. Purtroppo con il lavoro che faccio non posso permettermi di farmi male...

Ciaociao

Stewk
12-05-2003, 13:55:52
Una volta rischiavo di più, adesso il rischio vedo di evitarlo accuratamente anche se è impossibile eliminarlo del tutto. Purtroppo con il lavoro che faccio non posso permettermi di farmi male...

Ciaociao


Anche io purtroppo nel rischio in bici sono molto (troppo anche) condizionato dal mio lavoro!!! Purtroppo essendo un autonomo non posso permettermi tanto di farmi male. Non lavorare per me significa non mangiare.

Amuro_Rey
12-05-2003, 14:34:43
Ma a me stà capitando il contrario, con l'aumentare degli anni mi stò lasciando andare sempre di più.

Itecvu

Nic
12-05-2003, 15:51:19
Spesso mi capita di percorrere tratti di sentiero non più largo di 50/60 cm dove se andassi a piedi con la bici a spinta entrambi non ci si sta sul seniero, ma fortunatamente sul lato c'è sempre qualche cespuglio che non ti fa vedere di sotto... Ricordo una volta in Val d'Aosta alle miniere di Cogne: c'è un tratto di sentiero che costeggia la montagna per arrivare alle miniere, leggermente in discesa con a sx il pendio completamente scoperto (nemmeno un filo d'erba) e a più di 45 gradi. Il sentiero non consentiva di andare a piedi: sarebbe stato più pericoloso! Grosso respiro ed autoconvincimento a non guardare di lato... che strizza!

fg773
12-05-2003, 16:21:24
Una volta rischiavo di più, adesso il rischio vedo di evitarlo accuratamente anche se è impossibile eliminarlo del tutto. Purtroppo con il lavoro che faccio non posso permettermi di farmi male...

Ciaociao


Anche io purtroppo nel rischio in bici sono molto (troppo anche) condizionato dal mio lavoro!!! Purtroppo essendo un autonomo non posso permettermi tanto di farmi male. Non lavorare per me significa non mangiare.

Anche io se non vado a lavorare non mi paga nessuno, ma non mi piacerebbe farmi male a prescindere!!!!!! però faccio cose rischiose, poi penso avrei potuto farmi molto male....... e poi penso c***o che bello!!!!
forse è proprio questo il problema?

Otis
12-05-2003, 17:08:56
Non mi spaventano tanto i rischi che si conoscono a priori: i precipizi, i ripidi, i gradoni ecc. li vedi, decidi se affrontarli e come, li razionalizzi.
Poi se va male, sei preparato.
Sono quei 4 KTM in "ronfa" che ti escono dalla curva a 70/80 km/h di traverso in senso contrario e ti puntano come missili che ti fan pensare che forse avevi ragione a pensare che su quella mulattiera veloce con le curve cieche poteva esserci qualcuno dall'altra parte.
GROSSO RISCHIO!!!!!! E PER FORTUNA NON ERANO QUAD!

zmax
12-05-2003, 17:41:55
Anche io in una notte di luna piena buttandomi giù per una pista da sci innevata mi sono un po preoccupato: primo quando volevo fermarmi la bici non ne voleva sapere, secondo quando ho visto il contachilometri che segnava 80,2 km/h, beh... pensi che non lo rifaresti...
e invece no, subito dopo ti arriva una scarica di adrenalina in corpo così forte che non riesci più a controllarti e le cose da fare sono due: o ricominci, oppure scendi per la pista piano piano... scegli tu!

pixel
12-05-2003, 18:32:15
Anche io in una notte di luna piena buttandomi giù per una pista da sci innevata mi sono un po preoccupato: primo quando volevo fermarmi la bici non ne voleva sapere, secondo quando ho visto il contachilometri che segnava 80,2 km/h, beh... pensi che non lo rifaresti...
e invece no, subito dopo ti arriva una scarica di adrenalina in corpo così forte che non riesci più a controllarti e le cose da fare sono due: o ricominci, oppure scendi per la pista piano piano... scegli tu!

Tu cosa hai scelto?

Comaz15
12-05-2003, 18:39:14
...rischio... io non mi ritengo uno che rischia più di tanto... anche se un mio amico dice che sono da ricovero :???: %$))

In realtà finchè mi diverto, il rischio penso sia contenuto... è quando non mi diverto(= non avere il pieno controllo della situazione) che comincio a preoccuparmi e a pensare che a volte non ne vale la pena.

sputnik
12-05-2003, 20:04:17
Io mi ritengo un biker medium normalis e non mi sento molto bravo nel tecnico per cui sono spesso prudente e quando le variabili sono troppe, preferisco mettere il piede a terra, ma per 2 motivi:
1)- adoro fare mtb e voglio continuare a farla per molto tempo, se fa!
2)- tengo famiglia e se mi faccio male......... chi lavora?

Poi dipende dai giorni, a volte non riesco a controllare l'anteriore neanche su un po' di ghiaino, altre volte faccio passaggi incredibili senza neanche pensarci come tratti larghi meno di un metro con 300 metri di strapiombo da una parte e 300 metri di una incombente parete verticale dall'altro.
E comunque diverse volte mi rendo conto che la valutazione del rischio è più psicologica che reale..... per cui dai gas e vai..... :-? :-? :-?

Ho un amico chiamato "cavallo pazzo", io vado a 30 km/h e sono al limite della sicurezza (secondo i miei parametri), lui va a 40 km/h ed è tranquillissimo.... è tutto relativo. %$)) %$)) %$))

Tempo fa ho giocato a Football Americano per diversi anni, paura e rischio non esistevano..........

zmax
12-05-2003, 21:41:25
Anche io in una notte di luna piena buttandomi giù per una pista da sci innevata mi sono un po preoccupato: primo quando volevo fermarmi la bici non ne voleva sapere, secondo quando ho visto il contachilometri che segnava 80,2 km/h, beh... pensi che non lo rifaresti...
e invece no, subito dopo ti arriva una scarica di adrenalina in corpo così forte che non riesci più a controllarti e le cose da fare sono due: o ricominci, oppure scendi per la pista piano piano... scegli tu!

Tu cosa hai scelto?

quella volta andare piano, l'altra a 75 km/h continuare a manetta! 8-)

®evenge
12-05-2003, 21:45:50
Anche io in una notte di luna piena buttandomi giù per una pista da sci innevata mi sono un po preoccupato: primo quando volevo fermarmi la bici non ne voleva sapere, secondo quando ho visto il contachilometri che segnava 80,2 km/h, beh... pensi che non lo rifaresti...
e invece no, subito dopo ti arriva una scarica di adrenalina in corpo così forte che non riesci più a controllarti e le cose da fare sono due: o ricominci, oppure scendi per la pista piano piano... scegli tu!

Tu cosa hai scelto?

quella volta andare piano, l'altra a 75 km/h continuare a manetta! 8-)


... a me sembra strano!!!!
eppure non hai l'espressione del pazzo... :-P

blackfly
12-05-2003, 22:22:09
rischiare !!!!!!!!! %$)) ma dipende cosa si intende per rischiare
sabato per esempio con alcuni ragazzi del forum abbiamo fatto un passaggio molto tecnico, vandalico -bikex-e ziopin lo hanno fatto in bici io non mi sentivo sicuro e sono sceso a piedi :(
se pero si tratta di fare qualche discesa a manetta , qualche bel salto oppure una bella scalinata non mi tiro certo indietro perche in quel caso mi sento sicuro
il fatto di rischiare o meno è una questione puramente personale quello che per me è un gioco da ragazzi per qualcun altro è una cosa impossibile!

dipende tutto dipende

ziopin12
12-05-2003, 22:32:38
Se non mi sento sicuro psicologicamente, certi rischi non li prendo... poi soffro di vertigini quindi... poi a volte ti capita di fare certi numeri "a caldo" ke a ripensarci non li faresti neanche se ti pagano... ma è così, è questione di momenti, decisioni prese in un istante, spesso senza pensarci su troppo!
Istinto di biker!!! 8-)

Anch'io soffro di vertigini e correre vicino a dei dirupi mi è difficile se non impossibile (scendo e vado a piedi).
Vero anche che a caldo mi è più facile buttarmi e passare un ostacolo. Se poi si va in compagnia allora l'autoconvincimento e la voglia di fare i figoni davanti agli altri aumentano e provi comunque a fare certe cose...

Comunque non rischio troppo, non credo di esserne il tipo. Se poi mi faccio male va a finire che potrei restare fermo anziché pedalare e sarebbe insopportabile!!!

ziopin12
12-05-2003, 22:38:03
sabato per esempio con alcuni ragazzi del forum abbiamo fatto un passaggio molto tecnico, vandalico -bikex-e ziopin lo hanno fatto in bici io non mi sentivo sicuro e sono sceso a piedi :(

Grazie per il complimento ma in quel passaggio io mi sono fermato a metà! :cry: La prossima volta ce la farò...

se pero si tratta di fare qualche discesa a manetta , qualche bel salto oppure una bella scalinata non mi tiro certo indietro perche in quel caso mi sento sicuro

Infatti! Sei uno scapicollato in discesa! A starti dietro ho stabilito il mio record di velocità che mi sembrava di volare basso! E non è finita...

Grande Blackfly!

BrIxMtB
12-05-2003, 23:02:34
A caldo riesco a fare cose ke normalmente non farei mai!!
pietraie ripidissime dove avere i freni è la setssa cosa ke non averli , ripidoni e tanto altro ancora, ke quando ci ripasso con i miei amici per la "passeggiata" dico:<< ma io sono passatò di qui?? no dai, forse era da un'altra parte!>>. :D

VandalicoBiker
12-05-2003, 23:57:43
rischiare !!!!!!!!! %$)) ma dipende cosa si intende per rischiare
sabato per esempio con alcuni ragazzi del forum abbiamo fatto un passaggio molto tecnico, vandalico -bikex-e ziopin lo hanno fatto in bici io non mi sentivo sicuro e sono sceso a piedi :(
se pero si tratta di fare qualche discesa a manetta , qualche bel salto oppure una bella scalinata non mi tiro certo indietro perche in quel caso mi sento sicuro
il fatto di rischiare o meno è una questione puramente personale quello che per me è un gioco da ragazzi per qualcun altro è una cosa impossibile!

dipende tutto dipende

Col senno di poi, il passaggio del Ligont non era pericoloso. Cioè si rischiava di cadere, ma a bassissima velocità, magari col tempo di decidere COME cadere. Quindi sotto sotto poteva essere un rischio calcolato. Dove sono caduto dopo in teoria non doveva succedere. Non andavo particolarmente forte, penso sui 40 all'ora. Ma lì era una velocità più che accettabile. Liscio, largo, buona visibilità. Invece sono caduto. E la cosa è successa talmente in fretta che non ho avuto il tempo neanche di pensare a mettere giù una mano. Sono caduto e basta. E per mia fortuna sono scivolato via. Ed ho battuto parti del corpo che potevano prendere il colpo senza grossi danni. Se fossi atterrato di testa? Se ci fosse stata una pietra affiorante? Anch'io tendenzialmente lascio andare la bici sul veloce, ma adesso, guardandomi le bende, mi sfiora il dubbio che forse sarebbe meglio se mi dessi una regolata. Prima di farmi male sul serio.
Vi saprò dire se togliendo le bende se ne andrà anche il dubbio... %$))

blackfly
13-05-2003, 20:47:35
Vi saprò dire se togliendo le bende se ne andrà anche il dubbio... %$))
se ne va !! se ne va!!! :-? :-? :-? :-? :-? :-?

Alfredo_fly
14-05-2003, 10:33:19
Due settimane fà sono uscito con alcuni amici che si allenano per gareggiare, mi sono messo a ruota in una discesa e l'ho persorsa d'istinto alla stessa velocità degli altri, in un paio di curve strette sono arrivato al limite "dell'infrattamento".
Arrivati in fondo ci siamo fermati e dopo un minuto è arrivata in direzione contraria un fuoristrada che risaliva il viottolo..... al solo pensiero di averla potuta incontrare in una di quelle curve mi è venuta la pelle d'oca.
Comunque certe cose sono elettrizzanti e bisogna farle, :-| ma se lo dico a mia moglie mi taglia i c...opertoni!!!
Ciao

ziopin12
14-05-2003, 15:40:27
Vi saprò dire se togliendo le bende se ne andrà anche il dubbio... %$))
se ne va !! se ne va!!! :-? :-? :-? :-? :-? :-?

Credo anch'io... dopo quanto non so, ma se ne va!

VandalicoBiker
14-05-2003, 18:11:54
Ho preso drastici provvedimenti per non pizzicare più.
Le botte mi fanno ancora male (ed il gomito spurga...che schifo...) però i buoni propositi stanno già iniziando a vacillare... :mrgreen:

Poi con le gomme che ho messo su adesso come si fa ad andare piano?!?

Anonymous
14-05-2003, 19:46:46
Vandalico, condividi con noi questa trovata!
Da parte mia (buco UN CASINO): in campagna i Michelin Jet S 2.0 (3 bar) della morosa di :Ninja:, in montagna gli Specialized Evil Twin 2.2" (2.5 bar ma spalla bella tosta) di giulio, al posteriore sempre un nastro in kevlar antiforature.
Ciononostante...
...alla penultima uscita due spine per qua nell'anteriore. :???:

VandalicoBiker
15-05-2003, 00:33:45
2.2? gneeeeeee...troppo magrolini.... 8-) 8-) 8-)

Alfredo_fly
15-05-2003, 06:36:33
Vandalico, condividi con noi questa trovata!
Da parte mia (buco UN CASINO): in campagna i Michelin Jet S 2.0 (3 bar) della morosa di :Ninja:, in montagna gli Specialized Evil Twin 2.2" (2.5 bar ma spalla bella tosta) di giulio, al posteriore sempre un nastro in kevlar antiforature.
Ciononostante...
...alla penultima uscita due spine per qua nell'anteriore. :???:

Ma il nastro di kevlar non protegge dalle pizzicate, o sbaglio?

Gi@nky
15-05-2003, 06:56:14
a me capitano spesso situazioni di pericolo....ma non eccessivo....iin genere quando sono da solo perkè i miei compagni di .....disaventura...non possono venire per impegni preferisco andare in posto dove il rischio è ridotto al minimo!!!! Le situazioni rischiose le lascio a quando c'è qualkuno più esperto che conosca bene in luogo per consigliarmi come affrontare il tratto....cmq sono dell'opinione ke il rischio nel biker è la cosa ke spinge a fare di più e da più energia!!!!!!

sambofoto
15-05-2003, 07:39:42
Io cerco adrenalina in giusta dose...c'è il giorno che mi sento un gran manico e faccio dei percorsi che quando ci penso mi vien da chiedermi se sono normale o no....e c'è il giorno che magari mio figlio mi ha tenuto sveglio la notte che faccio giretti tranquilli-tranquilli senza troppo rischi di essere deconcentrato.

Anonymous
15-05-2003, 09:38:18
Ma il nastro di kevlar non protegge dalle pizzicate, o sbaglio?
Certo che no, ma quando tagliano i rovi le pizzicate sono il rischio minore :???: ...e infatti 2 spine all'anteriore dove il nastro non c'era...

Vandalico: piu` di 2.2 dietro il mio telaio non accetta :( , davanti per ora mi basta. Occhio, le Specialized sono cicciute, ho visto in vetrina le Bontrager 2.25 della Trek Liquid e mi sembrano molto piu` smilze delle mie.
Allora dicci... cos'hai installato???

BrIxMtB
15-05-2003, 11:17:10
Si potrebbe mettere del talco dentro i copertoni, potrebbe essere un'idea anti pizzicatura?!?!

gattONE BROS
15-05-2003, 13:06:05
secondo me si fa sport per avere una sana dose di adrenalina per cui se c'è un po di rischio in più non fai altro che aumentare la dose quotidiana.
naturalmente il rischio è sempre calcolato perchè altrimenti saresti un pazzo masochista.
marco

VandalicoBiker
16-05-2003, 01:16:35
Vandalico: piu` di 2.2 dietro il mio telaio non accetta :( , davanti per ora mi basta. Occhio, le Specialized sono cicciute, ho visto in vetrina le Bontrager 2.25 della Trek Liquid e mi sembrano molto piu` smilze delle mie.
Allora dicci... cos'hai installato???

Purtroppo anch'io, avendo fatto una full MA da xcountry... ho poco spazio nel carro dietro percui LI' mi sono dovuto accontentare di un misero (magrolino magrolino...) 2.3. Che poi è il Panaracer che avevo a casa. Davanti invece mi sono potuto sbizzarrire! Facciamo un quiz: io ti dico la marca, modello e misura lo metti tu, così vediamo se indovini...
Specialized.
Indovinare è facile. Praticamente ti ho già detto tutto! :mrgreen:

massimoz
16-05-2003, 07:49:14
Purtroppo anch'io, avendo fatto una full MA da xcountry... ho poco spazio nel carro dietro percui LI' mi sono dovuto accontentare di un misero (magrolino magrolino...) 2.3. Che poi è il Panaracer che avevo a casa. Davanti invece mi sono potuto sbizzarrire! Facciamo un quiz: io ti dico la marca, modello e misura lo metti tu, così vediamo se indovini...
Specialized.
Indovinare è facile. Praticamente ti ho già detto tutto! :mrgreen:

Anke io Specy Enduro 2.2 grande tenuta e pedalabilissimi...
o-o o-o o-o

Corr@-Team Cab11
16-05-2003, 08:00:57
Anke io Specy Enduro 2.2 grande tenuta e pedalabilissimi...
o-o o-o o-o

Io all'anteriore ho l'Enduro 2.2, ottimi per scorrevolezza...per quel che riguarda la tenuta non sono soddisfattissimo, me la sento sempre scappare in curva...ieri sera sono volato 2 volte, una volta in curva, l'altra, su un passaggio su una roccia inclinata dove l'ant non ha tenuto ed è scivolato via....(p.s. che bello avere le protezioni :D)

massimoz
16-05-2003, 08:09:38
Anke io Specy Enduro 2.2 grande tenuta e pedalabilissimi...
o-o o-o o-o

Io all'anteriore ho l'Enduro 2.2, ottimi per scorrevolezza...per quel che riguarda la tenuta non sono soddisfattissimo, me la sento sempre scappare in curva...ieri sera sono volato 2 volte, una volta in curva, l'altra, su un passaggio su una roccia inclinata dove l'ant non ha tenuto ed è scivolato via....(p.s. che bello avere le protezioni :D)

Boh! Non so cosa dirti... a volte anke con i cingoli si scivola... non esiste la gomma perfetta! E cmq... bisogna farlo protetti!!!
:smile: :smile: :smile:

VandalicoBiker
16-05-2003, 14:03:47
Specy Enduro 2.2

Gnee...acqua!
Non è quello.

Anonymous
16-05-2003, 14:32:29
Specy Enduro 2.2

Gnee...acqua!
Non è quello.
Infatti... era quello precedente, vero?
Io avrei detto Roller ma non so se ti sta il 2.7"... gli Evil Twin da 2.5" sono importati da noi?
Vorrei metterli su un telaiaccio da dual...

VandalicoBiker
16-05-2003, 15:02:11
Il Roller 2.7 mi sta. :mrgreen:
Solo davanti comunque...

Anonymous
16-05-2003, 15:17:40
Benone, allora mi fai da cavia :D ...prima devo "finire" gli Evil Twin, e l'anteriore non e` nemmeno "iniziato" :-)

VandalicoBiker
17-05-2003, 00:37:26
Appena potrò provarlo ti saprò dire! Anzi magari se ci sei al raduno te lo faccio provare direttamente! By the way... sai di qualcuno a cui potrebbe interessare una forcella Manitou Black da 100??? Vorrei passare a qualcosa di più "malsano", con più corsa insomma!

bikerX
17-05-2003, 10:49:06
quanti schei? lunghezza canotto?

silverhand
16-06-2003, 09:05:44
Tempo fa ho giocato a Football Americano per diversi anni, paura e rischio non esistevano..........

Dove quando in che squadra. Mi interessa perchè io ho iniziato circa 2 anni fa e sto giocando tuttora.

ciao Giorgio

Osterello
17-06-2003, 16:15:53
ma quanto è degenerato sto post???
eehehehhehh