PDA

Visualizza versione completa : Dubbio gps


kiko5
09-03-2006, 19:41:45
Secondo voi meglio il garmin gps 60 (quello giallo) o il Garmin Etrex-Legend Europa ([Only registered and activated users can see links])? Il primo lo trovo a 218 eurini, il secondo a 285.
Il 60 mi sembra migliore per la mtb: tracce, waypoint, potenza del segnale (utile nel bosco), il secondo in mtb è più scarso però e cartografico.

Voi che ne pensate!?!?!? Tnk. :prost:

maverikc
10-03-2006, 07:02:40
Secondo voi meglio il garmin gps 60 (quello giallo) o il Garmin Etrex-Legend Europa ([Only registered and activated users can see links])? Il primo lo trovo a 218 eurini, il secondo a 285.
Il 60 mi sembra migliore per la mtb: tracce, waypoint, potenza del segnale (utile nel bosco), il secondo in mtb è più scarso però e cartografico.

Voi che ne pensate!?!?!? Tnk. :prost:
Io posseggo sia un cartografico (etrex legend) che un non cartografico (foretrex). Alla fine uso di più il non cartografico: tutti i cartografici hanno display troppo piccoli e si perde sempre la visione d'insieme del territorio (in realtà estremamente importante). Per questo motivo io uso molto di più il foretrex:capitani:

maxgastone
10-03-2006, 07:54:46
Secondo voi meglio il garmin gps 60 (quello giallo) o il Garmin Etrex-Legend Europa ([Only registered and activated users can see links])? Il primo lo trovo a 218 eurini, il secondo a 285.
Il 60 mi sembra migliore per la mtb: tracce, waypoint, potenza del segnale (utile nel bosco), il secondo in mtb è più scarso però e cartografico.

Voi che ne pensate!?!?!? Tnk. :prost:Visto che il primo è + recente (antenna quadrifilare mi sembra) e costa meno non vedo dove sia il problema: Prendilo subito :pirletto:

X Raiders
10-03-2006, 13:23:42
Visto che il primo è + recente (antenna quadrifilare mi sembra) e costa meno non vedo dove sia il problema: Prendilo subito :pirletto:io andrei di foretrex 101 costa meno e sulla MTB ci sta pure molto bene!

kiko5
12-03-2006, 16:28:12
Ho ordinato il gps 60 con staffa per bici, speriamo di aver fatto cosa giusta!!!!:prost:

Pivellaus
12-03-2006, 18:00:00
L'hai acquistato on line KiKo5 ?

yayayaya
12-03-2006, 22:23:54
oggi ho testato un etrex venture e un magellan sportrak in una condizione estrema simile a quella che potrei trovare in sottobosco molto fitto,risultato il 2 con l'antenna quadrifilare riceveva al limite poggiato sul tappetino della macchina in movimento mentre l'etrex quasi nulla,qualche giorno prima ho verificato che il magellan riceve pure sotto un tetto di lamiera dove non riusciva il gps12.
sarà l'antenna quadrifilare?
peccato che lo sportrak è brutto,grande e non gestisce le tracce,molto interessante è l'allarme acustico settabile sul fuori traccia o rotta,copertura non buona.
by

kiko5
13-03-2006, 07:42:11
L'hai acquistato on line KiKo5 ?

Yes, nencini sport, avendo fatto l'ordine nel week-end ho avuto un 5% di ulteriore sconto. Spero arrivi presto.


@yayayayay Speriamo che la quadrifilare faccia il suo dovere, anche il gps60 è bello ingombrante....ciao:prost:

modoloale
13-03-2006, 20:55:49
A proposito di dubbi gps espongo un quesito per i più ferrati nell'argomento.
Ho tracciato un tour con foretrex 201, il mio amico ha tracciato, con etrex vista cx, lo stesso tour lo stesso giorno e viaggiavamo più o meno allo stesso passo. Risultato : lui ha fatto 2 km circa più di me e circa 500 m di dislivello in più.
Ho provato a sovrapporre su googlearth la mia traccia e la sua e in un punto solo sembra proprio che lui se ne sia andato per un giretto solitario e poi si sia ricongiunto a me. Ma come è possibile?
Quale 'è il gps più preciso tra i due utilizzati secondo voi?
Ciao a tutti Ale

sembola
14-03-2006, 13:04:03
Ma come è possibile?
Evidentemente in quel punto il GPS ha iniziato a ricevere un segnale meno forte con aumento dell' imprecisione, e poi è tornato più preciso.

modoloale
14-03-2006, 14:41:14
Evidentemente in quel punto il GPS ha iniziato a ricevere un segnale meno forte con aumento dell' imprecisione, e poi è tornato più preciso.

Altro dubbio gps : Oggi ho registrato una traccia sempre con il mio foretrex 201 e in contemporanea ho utilizzato il computerino che uso da anni.
Ebbene, alla fine del giro, il gps mi ha calcolato 21,6 Km, mentre il computerino 23,3 Km. Chi ha ragione? Una differenza cosi esorbitante in così pochi Km?
Ciao Ale e grazie delle risposte

tostarello
14-03-2006, 15:03:52
io ho il foretrex 101 e computerino VDO: i dati riepilogativi sono quasi sempre diversi, l'idea che mi sono fatto è che quelli del computerino siano esatti mentre quelli del gps sono solo indicativi in quanto risentono sia di imprecisioni della misurazione che dell'istante di campionamento.

maverikc
14-03-2006, 15:24:02
Altro dubbio gps : Oggi ho registrato una traccia sempre con il mio foretrex 201 e in contemporanea ho utilizzato il computerino che uso da anni.
Ebbene, alla fine del giro, il gps mi ha calcolato 21,6 Km, mentre il computerino 23,3 Km. Chi ha ragione? Una differenza cosi esorbitante in così pochi Km?
Ciao Ale e grazie delle risposte
In base alla mia esperienza...il più delle volte ha ragione il gps. Mi spiego: spesso si crede di introdurre il dato della circonferenza della ruota nel ciclocomputer corretto ed invece è errato! Ho fatto un esperimento. Ho percorso 500 mt rettiline con il MTB. Il GPS mi ha dato 500 mt esatti, il ciclocomputerino, circa 10 mt in meno. Mi sono dato la briga di misurarli con una cordella metrica (che pazienza ci è voluta!) Chi aveva ragione? Il GPS! Modificando il valore della circonferenza della ruota (tenendo cioè conto dello schiacciamento dovuto al peso quando sei in sella) sono riuscito a far coincidere i 2 dati! Ora GPS e ciclocomputer vanno di pari passo! Questa è la mia esperienza:prost:

sembola
14-03-2006, 15:31:59
In base alla mia esperienza...il più delle volte ha ragione il gps. Mi spiego: spesso si crede di introdurre il dato della circonferenza della ruota nel ciclocomputer corretto ed invece è errato! Ho fatto un esperimento. Ho percorso 500 mt rettiline con il MTB. Il GPS mi ha dato 500 mt esatti, il ciclocomputerino, circa 10 mt in meno. Mi sono dato la briga di misurarli con una cordella metrica (che pazienza ci è voluta!) Chi aveva ragione? Il GPS! Modificando il valore della circonferenza della ruota (tenendo cioè conto dello schiacciamento dovuto al peso quando sei in sella) sono riuscito a far coincidere i 2 dati! Ora GPS e ciclocomputer vanno di pari passo! Questa è la mia esperienza:prost:

Io invece penso che il ciclocomputer abbia ragione in un utilizzo sul campo. Tieni conto che il GPS calcola lo spostamento come sommatoria di distanze da un punto ad un altro. Certo, la circonferenza da impostare nel ciclocomputer va rilevata con cura, se no è imprecisa anch'essa.

Excalib65
14-03-2006, 15:52:03
Io invece penso che il ciclocomputer abbia ragione in un utilizzo sul campo. Tieni conto che il GPS calcola lo spostamento come sommatoria di distanze da un punto ad un altro. Certo, la circonferenza da impostare nel ciclocomputer va rilevata con cura, se no è imprecisa anch'essa.

Anch'io sono concorde con sembola; il test eseguito in rettilineo è fuorviante: è proprio nell'approssimazione delle curve che il gps perde in dettaglio scomponendole in segmenti, mentre la ruota della bici gira in modo uniforme sia in rettilineo che in curva, per cui un ciclocomputer tarato correttamente dovrebbe dare un valore di distanza percorsa (ma solo quello!) più preciso.

baxxxtard
14-03-2006, 18:47:12
Anch'io sono concorde con sembola; il test eseguito in rettilineo è fuorviante: è proprio nell'approssimazione delle curve che il gps perde in dettaglio scomponendole in segmenti, mentre la ruota della bici gira in modo uniforme sia in rettilineo che in curva, per cui un ciclocomputer tarato correttamente dovrebbe dare un valore di distanza percorsa (ma solo quello!) più preciso.

concordo al 100%

yayayaya
14-03-2006, 21:46:49
infatti la misura della circonferenza si prende misurando due punti lasciati sul pavimento dalla gomma in 1 giro con sopra il peso del biker.
by

milzo
14-03-2006, 21:46:50
nei tratti con bici a spalla il ciclocomputer non è molto preciso, e nelle "zone d'omra" non lo è il GPS :smile:

Pivellaus
14-03-2006, 21:54:26
Scusate l'ignoranza, ma quando acquisto il foretrex 101 cosa mi danno nella confezione?
Grazie

baxxxtard
14-03-2006, 23:00:04
a parte il foretrex quasi null'altro: manuale + quick guide.
se non erro con il 201 ti danno anche il cavo pc. che ti puoi comunque costruire da solo con una spesa di un paio di euro

maverikc
14-03-2006, 23:00:12
Io invece penso che il ciclocomputer abbia ragione in un utilizzo sul campo. Tieni conto che il GPS calcola lo spostamento come sommatoria di distanze da un punto ad un altro. Certo, la circonferenza da impostare nel ciclocomputer va rilevata con cura, se no è imprecisa anch'essa.
Perfettamente d'accordo. La mia osservazione sulla precisione del GPS nei confronti del ciclocomputer deriva semplicemente dal fatto che molte volte si crede di avere impostato una circonferenza esatta mentre non è così. In questa maniera il ciclocomputer introduce errori BEN più grandi di quello che si pensa! E questo fatto (introduzione della circonferenza errata) avviene molto, ma molto più spesso di quanto non si crede! Nell'ipotesi di circonferenza corretta, ovviamente il ciclo è estremamente preciso:prost:

sembola
15-03-2006, 07:16:45
Nell'ipotesi di circonferenza corretta, ovviamente il ciclo è estremamente preciso:prost:

Io imposto il ciclocomputer misurando l' impronta a terra della gomma: faccio tre misure e calcolo la media come valore definitivo. Mi sembra un sistema abbastanza preciso, visto che lo stesso giro fatto con gomme diverse a intervalli di mesi presenta differenze di 3/400 metri su 50 km, quindi uno scarto minore dell'1%.
Leggermente :offtopic:: ciclocomputer diversi, impostati allo stesso modo, possono dare distanze diverse. Ho fatto le prove con tre ciclocomputer diversi (HAC4, Sigma BC800 e Specialized Sport) e tutti e tre si comportavano in modo diverso quando ci si ferma, col risultato che alla fine di un giro di "esplorazione" con numerose soste per consultare la cartina il Sigma indicava mezzo km meno degli altri due.

tostarello
15-03-2006, 08:59:45
Scusate l'ignoranza, ma quando acquisto il foretrex 101 cosa mi danno nella confezione?
Grazie
preso su e-bay oltre al gps c'erano: manuale, fasce per polso (con in più prolunga per braccio) e supporto per manubrio.
a parte occorre prendere accumulatori e cavetto usb-seriale per connessione computer

errata corrige: il cavetto che serve è jack-seriale, non usb-seriale

Frodo
15-03-2006, 16:43:34
sapete dirmi se il gps, nel misurare la distanza tra due punti, tiene anche conto della pendenza? infatti, nel caso in cui il gps (come credo) approssimi la distanza a quella tra i due punti (partenza e arrivo) riportati sullo stesso piano, la distanza stessa risulterà tanto inferiore al dato reale, quanto maggiore sarà la pendenza. personalmente non credo che il dato altimetrico (pur fornito dal gps) influisca sul calcolo della distanza, anche se aspetto lumi ...

Pivellaus
15-03-2006, 17:43:09
Grazie per le info raga,quindi adesso devo prendere il cavo pc (che può comunque essere un comune cavo usb-seriale, da quello che ho capito) ed il supporto manubrio (dove posso comperarlo?).

maxgastone
15-03-2006, 17:44:32
...il supporto manubrio (dove posso comperarlo?).Quello è già compreso... :pirletto:

Pivellaus
15-03-2006, 17:48:09
Quello è già compreso... :pirletto:

Grazie della bella notizia!!

tostarello
15-03-2006, 17:50:23
Grazie per le info raga,quindi adesso devo prendere il cavo pc (che può comunque essere un comune cavo usb-seriale, da quello che ho capito) ed il supporto manubrio (dove posso comperarlo?).
scusa, ma nel mio messaggio precedente mi sono confuso, il cavetto è da jack piccolo (lato gps) a seriale (lato pc); eventualmente serve prendere anche un cavetto seriale-usb nel caso in cui il pc non abbia l'uscita seriale (come su molti portatili).

ciao

Pivellaus
15-03-2006, 17:55:08
scusa, ma nel mio messaggio precedente mi sono confuso, il cavetto è da jack piccolo (lato gps) a seriale (lato pc); eventualmente serve prendere anche un cavetto seriale-usb nel caso in cui il pc non abbia l'uscita seriale (come su molti portatili).

ciao

Ahh ok grazie, allora come ha detto baxxxtard me lo costruisco io.

sembola
15-03-2006, 18:56:46
sapete dirmi se il gps, nel misurare la distanza tra due punti, tiene anche conto della pendenza? infatti, nel caso in cui il gps (come credo) approssimi la distanza a quella tra i due punti (partenza e arrivo) riportati sullo stesso piano, la distanza stessa risulterà tanto inferiore al dato reale, quanto maggiore sarà la pendenza. personalmente non credo che il dato altimetrico (pur fornito dal gps) influisca sul calcolo della distanza, anche se aspetto lumi ...

Bella domanda. Se il calcolo della distanza viene effettuato in due dimensioni si introduce senza dubbio un errore, che però per pendenze ciclistiche è abbastanza piccolo. Supponiamo una situazione in cui in un km di strada si sale di 150 metri di quota: se il GPS non considerasse la quota, segnalerebbe una distanza di 988 metri (teorema di Pitagora: radice quadrata di (1000^2-150^2)) vale a dire 12 metri di errore su 1000 = 1,2%. Su dislivelli più umani di 100 e 50 metri di dislivello per 1 km l'errore scenderebbe rispettivamente allo 0,6% e allo 0,1%.

tostarello
15-03-2006, 19:07:53
Bella domanda. Se il calcolo della distanza viene effettuato in due dimensioni si introduce senza dubbio un errore, che però per pendenze ciclistiche è abbastanza piccolo. Supponiamo una situazione in cui in un km di strada si sale di 150 metri di quota: se il GPS non considerasse la quota, segnalerebbe una distanza di 988 metri (teorema di Pitagora: radice quadrata di (1000^2-150^2)) vale a dire 12 metri di errore su 1000 = 1,2%. Su dislivelli più umani di 100 e 50 metri di dislivello per 1 km l'errore scenderebbe rispettivamente allo 0,6% e allo 0,1%.
se non sbaglio, una volta scaricata la traccia da gps (foretrex 101) a pc (io uso compgps) se si vanno a vedere le proprietà della traccia fornisce sia la distanza lineare, sia la distanza "xyz" che tiene conto delle altitudini (è sempre di un pochino superiore della distanza lineare)
:prost:

sembola
15-03-2006, 19:18:18
se non sbaglio, una volta scaricata la traccia da gps (foretrex 101) a pc (io uso compgps) se si vanno a vedere le proprietà della traccia fornisce sia la distanza lineare, sia la distanza "xyz" che tiene conto delle altitudini (è sempre di un pochino superiore della distanza lineare)
:prost:

Interessante. Finirà che mi dovrò dotare anche di CompeGPS.

TonyB.
15-03-2006, 22:19:37
premetto che sono un autodidatta... ma ho letto un bel pò sull'argomento...
il gps per fornire un punto ha bisogno almeno in teoria di 3 satelliti (nella realtà almeno 4), gli U.S.A. che ci "prestano" questi satelliti, per motivi di sicurezza inviano al nostro gps un piccolo errore che varia in un certo intervallo in maniera casuale...in altre parole se percorriamo più volte lo stesso percorso,le varie tracce rilevate dal nostro gps non coincidono alla perfezione...questo errore negli ultimi hanni è stato diminuito, ma non eliminato...
i costruttori di gps per ovviare a questo problema, o quantomeno per minimizzarlo sfruttano tutti i satelliti che in un dato momento "sorvolano" le nostre teste, interpolando i dati di più satelliti riescono a "dedurre" la nostra posizione riducendo l'errore intrinseco del sistema...(a pochi metri...)
questo in soldoni...non vorrei dilungarmi troppo...ma se avete domande...

detto questo è facile capire che pure con un ciclocomputer tarato alla perfezione, su lunghe distanze, i km segalati dai due strumenti possono differire...

quoto il dicorso sulle approssimazioni delle curve con delle "spezzate", ma considerando la qualità dei gps in questione l'errore è davvero trascurabile, soprattutto alle "nostre velocità" (in 2 parole il gps rileva il punto ogni "TOT secondi", minore è la nostra velocità di spostamento minore è lo scarto rilevato) inoltre tale errore sui 30-50 km che percorriamo al giorno è davvero "piccolo"...

quoto la misurazione della circonferenza con 3 misure + media...

per quanto riguarda la posizione "altimetrica": il gps nel rilevale tale valore "commette" gli stessi errori di cui sopra, ma il tal caso, nella pratica, considerando le grandezze in gioco l'errore relativo risulta maggiore...la piazza del mio paese è a 660 metri s.l.m., il gps a volte ne rileva 700 s.l.m.:!: ...anche in questo caso le case costruttrici hanno munito i loro gps (ad esempio il garmin etrex summit) di un altimetro "a rilevazione barometrica" che interagisce con il gps dando una misura ancora più precisa dei due strumenti presi singolarmente...questo perchè anche l'altimetro "a rilevazione barometrica" risente delle variazioni di pressione atmosferica dovuti al maltempo...

spero di essere stato abbastanza chiaro...se volete ulteriori delucidazioni sono a vostra disposizione...

KORKI
15-03-2006, 22:36:55
I ricevitori sono costantemente agganciati ai satelliti con una velocità di campionamento del segnale molto elevata, che nel caso del Foretrex è di 1 secondo. Quindi la posizione è calcolata ( o è il caso di dire, visualizzata) ogni secondo, e, come ha detto TonyB, maggior è la velocità di percorrenza, maggiore è il percorso compiuto in questo lasso di tempo introducendo qualche errore. Però, anche per tratti percorsi a velocità elevate, la precisione è cmq più che buona. Probabilmente, durante questo "tempo morto" (se così si può chiamare) di aggiornamento, il ricevitore cerca di stimare la posizione successiva in base alla direzione mantenuta riducendo l'errore :nunsacci: . Le formule usate sono trigonometriche.

TonyB.
16-03-2006, 00:24:12
dimenticavo...per quanto riguarda il dato altimetrico, oltre all'errore di cui sopra (vedi post precedente) si ci somma il fatto che come riferimento viene preso un modello del paineta Terra che per forza di cose presenta qualche "imperfezione", errore che non "affligge" gli altimetri "a rilevaione barometrica"...

comunque, se può essere di aiuto a qualcuno, io penso proprio di acquistare l'etrex summit...dato l'uso "promisquo" mtb/trekking... certo sul manubrio è un pò vistoso :oops: (grossomodo un nokia 3310) ma è munito anch'esso di supporto per mtb, autonomia di 18 ore (se non erro), barometro, altimetro, bussola magnetica (quella dei normali gps non è una vera e propria bussola, "calcola" il NORD "grazie" al nostro movimento)... inoltre avendo il barometro si possono evitare anche i temporali (ad esempio quelli estivi)...in pratica visualizza l'andamento della pressione atmosferica...si possono di conseguenza effettuare delle previsioni molto accurate...il tutto a meno di 250 euro (su e-bay italia) o meno di 150 euro (su e-bay america)...

sembola
16-03-2006, 07:41:55
il gps per fornire un punto ha bisogno almeno in teoria di 3 satelliti (nella realtà almeno 4), gli U.S.A. che ci "prestano" questi satelliti, per motivi di sicurezza inviano al nostro gps un piccolo errore che varia in un certo intervallo in maniera casuale...in altre parole se percorriamo più volte lo stesso percorso,le varie tracce rilevate dal nostro gps non coincidono alla perfezione...questo errore negli ultimi hanni è stato diminuito, ma non eliminato...

A me non risulta... puoi citarmi la fonte di questa notizia? di certo era vero fino al 2000, quando la precisione veniva "diminuita" con la cosiddetta Selected Availability.

skwattrinated
16-03-2006, 09:03:07
A me non risulta... puoi citarmi la fonte di questa notizia? di certo era vero fino al 2000, quando la precisione veniva "diminuita" con la cosiddetta Selected Availability.

Confermo, la SA è stata tolta nel 2000 e mai più reintrodotta (almeno fino ad oggi).

KORKI
16-03-2006, 09:08:32
L'errore indotto, la SA, è stato eliminato da Clinton. L'unico errore ancora esistente, è quello dovuto a fattori naturali, come l'errore di sincronizzazione (seppure limitatissimo), il passaggio segnale nella ionosfera, le rilessioni del segnale, le zone d'ombra, ecc.

Una piccola guida ([Only registered and activated users can see links])al gps.

TonyB.
16-03-2006, 10:42:05
ecco la fonte di tali info:

[Only registered and activated users can see links]

da quanto mi risulta l'errore nel 2000 è stato ridotto di molto ma non del tutto eliminato...o meglio...gli USA si sono riservati il diritto di inserirlo anche in aree geografiche ristrette senza preavviso per motivi di sicurezza...
comunque sia, con o senza errore indotto, un garmin GPS60 con antenna quadrifilare arriva ad una precisione di 2 metri...questo significa che nel rilevare 2 volte lo stesso punto si può arrivare ad uno scarto teorico di 4 metri...
da un semplice calcolo di esempio consideriamo di rilevare la nostra posizione,poi ci spostiamo in linea retta di 5 metri e rileviamo di nuovo la nostra posizione,il gps dovrebbe segnare 5 metri, invece può capitare che ne segna 6,4... o addirittura 9...perchè?
cerco di rispondere a questa domanda con uno schizzo...
i cerchietti blu sono i due punti reali che vogliamo misurare,i cerchi rossi rappresentano lo scarto con il quale il nostro GPS60 li rileva,i cerchi rossi hanno apunto un raggio di 2 metri...la linea blu rappresenta lo spostamento reale...la rossa quello rilevato di 6,4 metri e la verde quello con il massino errore 9 metri...
il caso dei 9 metri è puramente teorico...nella pratica è rarissimo...ma uno scarto di 1 metro ogni 5 (nel nostro esempio) è del tutto possibile...questo non significa che su 10 metri c'è uno scarto di 2 .... perchè su due punti successivi si possono verificare errori di "segno" opposto che si annullano... e comunque fosse solo per questioni statistiche ma in N punti non per forza ci deve essere sempre l'errore...non dimentichiamo però che la distanza totale è misurata dal nostro GPS come sommatoria di segmenti non di 5 metri ma di molto meno,questo riduce l'errore di cui sopra...ma nel rilevare tale lunghezza non dobbiamo trascurare i seppur pochi centimetri di errore che si possono verificare ogni volta....
spero di essere stato chiaro... questo è più che altro un esempio didattico... questi errori nella pratica si compensano/riducono a poco...ma sono giusto quel poco che fa la differenza tra un buon ciclocomputer tarato bene e il nostro gps...che se non erro era la domanda che si poneva chi ha aperto il topic...

P.S.
all'interno del sito sopra citato,previa registrazione, è possibile scaricare una guida molto interessante e dettagliata...

P.P.S.S.
non so se il link ancora funziona ma provate quì:
[Only registered and activated users can see links]

:prost: :prost: :prost:

KORKI
16-03-2006, 11:51:56
ecco la fonte di tali info:

[Only registered and activated users can see links]

da quanto mi risulta l'errore nel 2000 è stato ridotto di molto ma non del tutto eliminato...o meglio...gli USA si sono riservati il diritto di inserirlo anche in aree geografiche ristrette senza preavviso per motivi di sicurezza...
comunque sia, con o senza errore indotto, un garmin GPS60 con antenna quadrifilare arriva ad una precisione di 2 metri...questo significa che nel rilevare 2 volte lo stesso punto si può arrivare ad uno scarto teorico di 4 metri...
da un semplice calcolo di esempio consideriamo di rilevare la nostra posizione,poi ci spostiamo in linea retta di 5 metri e rileviamo di nuovo la nostra posizione,il gps dovrebbe segnare 5 metri, invece può capitare che ne segna 6,4... o addirittura 9...perchè?
cerco di rispondere a questa domanda con uno schizzo...
i cerchietti blu sono i due punti reali che vogliamo misurare,i cerchi rossi rappresentano lo scarto con il quale il nostro GPS60 li rileva,i cerchi rossi hanno apunto un raggio di 2 metri...la linea blu rappresenta lo spostamento reale...la rossa quello rilevato di 6,4 metri e la verde quello con il massino errore 9 metri...
il caso dei 9 metri è puramente teorico...nella pratica è rarissimo...ma uno scarto di 1 metro ogni 5 (nel nostro esempio) è del tutto possibile...questo non significa che su 10 metri c'è uno scarto di 2 .... perchè su due punti successivi si possono verificare errori di "segno" opposto che si annullano... e comunque fosse solo per questioni statistiche ma in N punti non per forza ci deve essere sempre l'errore...non dimentichiamo però che la distanza totale è misurata dal nostro GPS come sommatoria di segmenti non di 5 metri ma di molto meno,questo riduce l'errore di cui sopra...ma nel rilevare tale lunghezza non dobbiamo trascurare i seppur pochi centimetri di errore che si possono verificare ogni volta....
spero di essere stato chiaro... questo è più che altro un esempio didattico... questi errori nella pratica si compensano/riducono a poco...ma sono giusto quel poco che fa la differenza tra un buon ciclocomputer tarato bene e il nostro gps...che se non erro era la domanda che si poneva chi ha aperto il topic...

P.S.
all'interno del sito sopra citato,previa registrazione, è possibile scaricare una guida molto interessante e dettagliata...

P.P.S.S.
non so se il link ancora funziona ma provate quì:
[Only registered and activated users can see links]

:prost: :prost: :prost:

L'errore di SA era casuale, cioé oltre a sapere vagamente quanto fosse, ogni volta ne variava la posizione. Se fosse ancora attivo, troveresti che le tracce ed i waypoint rilevati sul terreno, non coincidono sulla carta di molto. Personalmente, da 2 anni a questa parte, i miei rilevamenti sono stati, e sono tuttora, molto precisi; le tracce ricalcano esattamente le strade corrispondenti sulla carta. Ancora, se fosse attivo l'SA, ogni volta che ripeti più volte uno stesso rilevamento, questo dovrebbe differire sempre e di molto. Se invece rilevi che ogni volta è simile, il problema non esiste.

La distanza in linea retta è una cosa; se ti sposti su piano, devono essere 5 mt. Se ti sposti in discesa o in salita, i tuoi 5 metri cambiano in base alla pendenza (pitagora rules :mrgreen: ), sempre considerando una linea retta. Cmq il gps utilizza dei calcoli di trigonometria sferica :pirletto: per cercare di essere preciso al massimo.

Hai verificato tu stesso lo spostamento di 5 mt? :nunsacci:


Cmq, non critichiamo il gps. Ricordiamoci che i satelliti si trovano a 20.000 km da terra, e vista la precisione, tanto di cappello.

sembola
16-03-2006, 12:57:16
La pagina linkata non si apre, ma a quanto mi risulta la SA stata spenta dal Dipartimento della Difesa, pur riservandosi il diritto di reintrodurla se necessario. Non dimentichiamo però che la SA è stata tolta su pressione delle industrie elettroniche che volevano ampliare il bacino d'utenza dalla nautica al consumer ed anche perchè i militari stavano per avere sistemi più precisi.

Per quanto riguarda i calcoli sulla precisione, ho trovato una pagina che spiega in modo graficamente abbastanza chiaro il concetto di "precisione":

[Only registered and activated users can see links]

in particolare la figura 2.5 e 2.6 .

Detto questo, io ho acquistato un GPS per localizzare la posizione e tracciare i percorsi in modo semplice e chiaro, la mancata precisione come ciclocomputer mi pare poco rilevante.

Excalib65
16-03-2006, 13:01:36
L'errore di SA era casuale, cioé oltre a sapere vagamente quanto fosse, ogni volta ne variava la posizione. Se fosse ancora attivo, troveresti che le tracce ed i waypoint rilevati sul terreno, non coincidono sulla carta di molto. Personalmente, da 2 anni a questa parte, i miei rilevamenti sono stati, e sono tuttora, molto precisi; le tracce ricalcano esattamente le strade corrispondenti sulla carta. Ancora, se fosse attivo l'SA, ogni volta che ripeti più volte uno stesso rilevamento, questo dovrebbe differire sempre e di molto. Se invece rilevi che ogni volta è simile, il problema non esiste.

La distanza in linea retta è una cosa; se ti sposti su piano, devono essere 5 mt. Se ti sposti in discesa o in salita, i tuoi 5 metri cambiano in base alla pendenza (pitagora rules :mrgreen: ), sempre considerando una linea retta. Cmq il gps utilizza dei calcoli di trigonometria sferica :pirletto: per cercare di essere preciso al massimo.

Hai verificato tu stesso lo spostamento di 5 mt? :nunsacci:


Cmq, non critichiamo il gps. Ricordiamoci che i satelliti si trovano a 20.000 km da terra, e vista la precisione, tanto di cappello.

Concordo pienamente. Cito a proposito un'esperienza personale rilevata con un normalissimo Foretrex 201 con condizioni di ricezione discrete.

In recenti uscite in MTB ho seguito per più volte uno stesso percorso composto da un tratto su asfalto ed un altro su sigle-track. Non solo le diverse tracce si sovrapponevano quasi perfettamene (valutato con CompeGPS con una mappa da 1 m/pixel zoomata al 200%), ma si distingueva perfettamente (nei tratti in asfalto) la parte di traccia seguita all'andata (dove ovviamente tenevo la destra) rispetto a quella di ritorno (chiaramente sulla sinistra), mentre nel single-track le parti di andata e ritorno erano perfettamente sovrapposte.

Posso essere concorde sui vari discorsi relativi ai calcoli ed alle approssimazioni, ma nella realtà (e soprattutto nella scala di utilizzo di questi strumenti) direi che gli errori sono veramente ridotti.

P.S. Il file pdf l'ho scaricato correttamente.

TonyB.
16-03-2006, 15:35:19
per sembola: purtroppo era l'unico link in mio possesso...

sono daccordo con voi...il mio (come ho precistato nel post precedente) era un discorso "didattico" per rendere comprensibile l'argomento quantomeno in linea di principio...non tutti digeriscono la trigonometria sferica (a dire il vero non piaceva nemmeno a me all'università :azz-se-m: ) nelle figure linkate da sembola il principio è analogo....si capisce chiaramente da dove deriva il "cerchio" di confusione...(sottolineo il principio)
per quanto riguarda gli errori in gioco i 5 metri erano per dare un'idea...(come ho sottolineato)... nella pratica tali errori sono molto trascurabili (tanto di cappello anche secondo me)...
ma proprio per i discorsi sugli errori non dobbiamo stupirci se su 50 km c'è uno scarto di pochi metri...

quoto sembola sul discorso delle pressioni [...] l'ho letto pure io...sul discorso dell'errore indotto ho scritto (anche se in maniera non proprio lineare) che è stato ridotto ma gli usa si riservano di inserirlo...

quoto sembola quando dice che non ha senso confrontare l'uso di un gps con quello di un ciclocomputer...

comunque ragazzio-o o-o o-o non era mia intenzione fare polemiche...ho cercato solo (a mio modo) di spiegare perchè è difficile rilevare la stessa distanza su un gps e un ciclocomputer...soprattutto all'aumentare dei chilometri....:ahhh:

o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o o-o

mtb_as_70
19-03-2006, 19:34:33
Yes, nencini sport, avendo fatto l'ordine nel week-end ho avuto un 5% di ulteriore sconto. Spero arrivi presto.


@yayayayay Speriamo che la quadrifilare faccia il suo dovere, anche il gps60 è bello ingombrante....ciao:prost:

Ciao, ho appena messo un nuovo post per quanto riguarda la staffa del gps60cs (non avevo visto questo messaggio), comunque ti volevo chiedere se ti è arrivato il tuo gps e lo hai provato con la staffa sulla bici. Anche io l'ho comprato su nencini ma non ho trovato questo accessorio. mi sembra che il tuo gps60 e quello che ho io (gps60cs) siano identici come forma, quindi anche la staffa dovrebbe essere uguale.
Mi fai sapere ? Ciao.

kiko5
19-03-2006, 22:26:54
Ciao, ho appena messo un nuovo post per quanto riguarda la staffa del gps60cs (non avevo visto questo messaggio), comunque ti volevo chiedere se ti è arrivato il tuo gps e lo hai provato con la staffa sulla bici. Anche io l'ho comprato su nencini ma non ho trovato questo accessorio. mi sembra che il tuo gps60 e quello che ho io (gps60cs) siano identici come forma, quindi anche la staffa dovrebbe essere uguale.
Mi fai sapere ? Ciao.

Ancora non è arrivato proprio perchè la staffa è su ordinazione. La staffa non compare sugli oggetti in vendita on line, ma se mandi una mail sono molto gentili e ti fanno loro l'ordine. La forma è identica al 60cs, il contenuto no :cry: :cry: !!!!!!
Quando arriva ti farò sapere, ciao!!!!!